Live Sicilia

incontro operativo

Acireale, definita
la gestione del Palatupparello


Articolo letto 3.419 volte
VOTA
1/5
1 voto

acireale, acireale calcio. fc acireale, palatupparello, Cronaca
ACIREALE - Amministrazione Comunale, Acireale Calcio 1946 e Fc Acireale hanno tenuto oggi un serie di riunioni al fine di concordare il dispositivo di utilizzo dello stadio Tupparello. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco Nino Garozzo e l’assessore allo Sport Giuseppe Calì per l’Amministrazione Comunale, Nicola D’Amico per il Fc Acireale, Ignazio Ruvolo per l’Acireale Calcio 1946.

Alla fine, il Comune ha confermato la gestione in house dello stadio Tupparello. Non vi è affidamento ad alcuno della struttura sportiva se non prima, nel corso dei mesi, non dovesse essere delineato un quadro ancora più completo della situazione. Le due società potranno utilizzare lo stadio per le partite ufficiali e per parte degli allenamenti, in alternanza con il campo Comunale e in avvicendamento tra le due squadre. Tutto questo al fine di preservare il più possibile il manto erboso. Ad esempio, per questa settimana l’Acireale Calcio 1946 si allenerà al Tupparello il lunedì, mercoledì e venerdì mentre il martedì, giovedì, e sabato disporrà del Comunale. Il Fc Acireale in questa settimana si allenerà al Tupparello il martedì, giovedì e sabato mentre il lunedì, mercoledì e venerdì, avrà a dispostone il terreno di gioco del Comunale. E viceversa, su base settimanale.

E’ previsto un corrispettivo di compartecipazione alle spese di gestione, in quanto la parte più consistente della spesa sul mantenimento sarà a carico del Comune. In tal senso, un tariffario verrà redatto dall’Utc del Comune. Il Comune concede la disponibilità dei locali del Tupparello come magazzino per l’utilizzo sportivo e per l’attività amministrativa ma solo nelle ore di pertinenza e di attività della squadra e non per sede sociale. Le società si occuperanno della pulizia e dovranno attivare le assicurazioni previste dalle norme a garanzia dei fruitori della struttura e dell’impianto stesso.

“L’impostazione data sin dall’inizio dal Comune, ha dimostrato di essere di assoluto buon senso. Ci si è incontrati con senso di responsabilità. Le società hanno presentato esigenze che il Comune ha potuto accogliere, con l’impegno da parte di tutti di rispettare i patti. Ciascuno, sul piano gestionale dovrà fare la propria parte e, sul piano sportivo, da sindaco non posso che augurare le migliori fortune alle due squadre” dice il sindaco Nino Garozzo. “Abbiamo operato nel tentativo di unire le esigenze di tutti e, primo tra tutti, del Comune, che deve garantire la disponibilità delle proprie strutture alle società, tutelando però gli impianti” afferma l’assessore allo Sport, Giusepe Calì.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php