Live Sicilia

riposto summer events

Isabelle Ange in concerto
per "Classiche emozioni"


Articolo letto 1.767 volte
VOTA
5/5
2 voti

, Zapping
RIPOSTO - Domani alle 21 nell’atrio di Palazzo Vigo a Torre Archirafi, torna l’appuntamento con le “Classiche Emozioni”, la rassegna musicale inserita nel cartellone estivo Riposto Summer Events, allestito dal sindaco di Riposto Enzo Caragliano e dall’assessore al Turismo e allo Spettacolo Gianfranco Pappalardo Fiumara. Sarà Isabelle Ange la protagonista del concerto. Ricco il curriculum artistico del soprano francese che, dopo aver iniziato lo studio della musica in Conservatorio alla tenera età di quattro anni, si è formata in importanti scuole ad Avignon, Dijon, Limoges, Nancy e Milano. Inizia prestissimo a studiare la tecnica vocale e il repertorio lirico, perfezionandosi poi con artisti del calibro di Leyla Gencer, Nicola Martinucci, Viorica Cortez, Gabriel Bacquier, Gregory Kunde, Katia Ricciarelli e Bruna Baglioni. Dopo aver preso parte ai più prestigiosi concorsi di canto e a numerosi Festival Internazionali, Isabelle Ange interpreta importanti ruoli dell’opera lirica: Violetta Valery (Traviata), Mimì (La Bohême), Micaëla (Carmen), Floria Tosca (Tosca), Leonora (Il Trovatore) , Aida (Aida), Cio Cio San (Madama Butterfly), Nedda (Pagliacci).

“Isabelle Ange è un soprano dal timbro vocale particolarmente interessante – spiega Andrea Raiti, direttore artistico della rassegna “Classiche Emozioni” – Recentemente ha debuttato in due ruoli importanti. Lo scorso giugno nel ruolo di Aida, dopo aver vinto un’audizione in Germania cui hanno preso parte 170 aspiranti interpreti; e lo scorso 26 luglio ha interpretato Cio Cio San in Madama Butterfly a Firenze, debuttando, in quest’ultimo caso, in Italia in un ruolo italiano”.

Domani sera a Palazzo Vigo in programma arie tratte dalla Turandot e dalla Tosca di Puccini (In questa reggia e Vissi d'arte), da Un ballo in maschera e da La forza del destino di Verdi (Ecco l’orrido campo e Pace) e le immancabili melodie francesi in omaggio alla terra d’origine del soprano (Venise, Mélodie de Gounod; Les Chemins de l’amour, Mélodie de Poulenc). “Abbiamo alternato – conclude Andrea Raiti – arie d’opera italiane con melodie francesi. E per seguire il filone verdiano, in occasione delle celebrazioni mondiali per il bicentenario della nascita del grande compositore di Busseto, non potevano mancare due arie di Verdi. Il programma proposto da Isabelle Ange è molto interessante e impegnativo”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php