Live Sicilia

Mascalucia

Oggi adunanza degli avvocati
contro la chiusura del Tribunale


Articolo letto 2.059 volte
VOTA
4.3/5
6 voti

Chiusura tribunali, protesta, Catania, Cronaca
MASCALUCIA (CT) L'associazione Forense ha organizzato un'adunanza di avvocati e operatori del diritto contro la chiusura del tribunale locale: l'appuntamento è fissato a partire dalle 10.30 del 14 agosto nel palazzo di Giustizia di Mascalucia.

Si tratta dell'ultimo appuntamento programmato dagli avvocati che si oppongono all'inclusione nella cosiddetta Tabella "A" del Tribunale di Mascalucia. In pratica la struttura, già sede di Pretura mandamentale, è a rischio chiusura.

La presidenza dell'associazione Forense ha chiesto di presidiare il Tribunale di Mascalucia dalle 12.00 del 14 agosto alle 8.30 del giorno successivo, ma il presidente facente funzioni del Tribunale di Catania Clara Castro ha dato parere contrario per ragioni di ordine pubblico rimettendo gli atti al Procuratore Generale di Catania "per le sue determinazioni". Conseguentemente il giudice onorario Tedeschi del Tribunale di Mascalucia ha emesso provvedimento di rigetto che è stato ieri notificato al presidente dell'associazione forense di Mascalucia. In ogni caso l'appuntamento resta fissato per 10.30 in tribunale.

Nelle scorse settimane l'associazione Forense ha raccolto 1200 firme contro la chiusura di quello che da tutti è ritenuto "fondamentale presidio di Giustizia". I delegati degli avvocati sono stati ricevuti dal Prefetto e i documenti elaborati durante la protesta sono stati inviati al ministero della Giustizia e al Prefetto di Catania Maria Guia Federico.

La chiusura dei tribunali di prossimità della provincia di Catania rischia di provocare seri problemi di ordine pubblico per le migliaia di utenti che dovrebbero arrivare a Catania provenendo da tutti i circondari.

Peggio ancora, la macchina della giustizia potrebbe fermarsi a causa del consistente numero di processi pendenti che non possono essere trasferiti a Catania, dove il palazzo di Giustizia è saturo e le aule non possono sostenere il carico giudiziario conseguente.

A questo si aggiunge che al momento non esistono locali idonei ad ospitare decine di migliaia di faldoni provenienti dai tribunali della provincia, il rischio è che si perdano atti importanti e vadano in fumo anni e anni di lavoro degli inquirenti.

Il comune di Mascalucia guidato da Giovanni Leonardi si è schierato al fianco dell'associazione Forense. Il vicesindaco Fabio Cantarella è stato sempre in prima linea con la fascia tricolore assicurando il massimo impegno contro la chiusura del Tribunale locale.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php