Live Sicilia

Kalat Ambiente Ramacca

Senza stipendio da aprile
Operatori occupano il Comune


Articolo letto 1.853 volte
VOTA
5/5
1 voto

fabio cusumano, giuseppe zappalà, kalat ambiente ramacca, ramacca, Cronaca
RAMACCA - Hanno occupato l'atrio della Casa comunale e non hanno intenzione di smobilitare il presidio. Sono i 12 lavoratori dell'ex Kalat ambiente Srr Ramacca, in attesa dello stipendio dal mese di aprile e lasciati, ad oggi, senza tredicesima e quattordicesime. Nella delicata fase di passaggio verso la nuova realtà che gestirà i rifiuti, i lavoratori lamentano infatti l'assenza di certezze.

Al fianco dei lavoratori, oltre ai membri del comitato civico Salute e Ambiente, i due consiglieri comunali, Fabio Cusumano (PdS) e Giuseppe Lanzafame (Lista civica La Piazza), che hanno accusato l'amministrazione di non aver accelerato per la ricerca di una soluzione tampone che potesse mitigare il disagio dei pulizieri.

"Il sindaco, che è anche presidente della Srr, ha rinviato la ricerca di una soluzione - spiega Cusumano - e ha preferito spendere i soldi per pagare il gasolio dei mezzi e il conferimento in discarica". "Noi siamo dalla parte dei lavoratori - aggiunge Lanzafame- e chiediamo al primo cittadino di alleviare le sofferenze di questa gente".

Nel frattempo, in città crescono le montagne di rifiuti: l'occupazione arriva, infatti, dopo tre giorni di sciopero da parte degli addetti alla raccolta dei rifiuti.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php