Live Sicilia

PATERNO'

Dovevano pagare il pizzo
per non essere licenziati


Articolo letto 2.384 volte
VOTA
5/5
3 voti

carabinieri paternò, Catania, estorsione, paternò, Cronaca
PATERNO' - Due commercianti,  padre e figlio, di 63 e 30 anni, originari di Piazza Armerina (nell'ennese) sono stati arrestati da carabinieri a Paternò per estorsione. Secondo quanto denunciato da cinque commessi di due loro negozi, avrebbero preteso la restituzione in contanti di circa il 40% dell'importo della busta paga mensile per non licenziarli. Le indagini sono state avviate dopo l'esposto di una delle vittime, un'impiegata di un centro commerciale stanca delle continue minacce e vessazioni. Nei confronti dei due indagati il Gip di Catania, su richiesta della Procura, ha disposto gli arresti ai domiciliari. (ANSA)


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php