Live Sicilia

Beach Soccer/Serie A

Domusbet, giornata no
Si impone il Terracina


Articolo letto 900 volte
VOTA
0/5
0 voti

beach soccer, Catania, domusbet catania, terracina, viareggio, Sport
CATANIA. Ultimo atto, ultimo sforzo. 17 punti e non sentirli per difendere il primato da un Terracina arrabbiato dopo la sconfitta di ieri contro Panarea. Gara per il primato per conquistare la leadership del girone in vista delle finali. Anni di scontri intensi tra le due formazioni, ergo anche una sfida di campionato per di più importante alza l'attenzione. Gara mai banale e fin dal primo minuto i protagonisti in campo dimostrano il postulato. Uno spettacolo con 6 minuti ricchi di occasioni e gol ben 8: Terracina squilla per prima con Olleja, ma la risposta di Catania si chiamava Juninho botta sotto l'incrocio impressionante. Le squadre si prendevano a schiaffi a suon di gol grazie anche a difese ballerine e prodezze dei singoli: ancora Olleja riportava su i laziali, ma Stankovic metteva il suo sigillo per la nuova parità. Franceschini lesto in mischia portava avanti gli etnei al quinto prima dell'uno-due degli uomini di Del Duca con Olleja e Borer su libero. L'intensita' però era la padrona della gara e direttamente dalla lunetta del centrocampo Juninho trovava il suo secondo jolly.

Secondo tempo beffardo perché si gioca ad una sola porta. Gli uomini di Belluso macinano gioco e occasioni ma Minchiella dice di no su Juninho, Stankovic e Rafinha. Senza contare la traversa del neo entrato portiere Vitale. A 6 minuti dal termine la carta Fred che on un tiro cross trova la respinta di Francois per il più classico degli autogol. Meritato vantaggio ma rovescio della medaglia nella rovesciata di Borer che nell'unico tiro di Terracina batteva Vitale per il 5-5. A due minuti dal termine pero' la Domusbet con Fred su rigore metteva dentro il nuovo sorpasso, 6-5. Oggi però non c'era nulla di ordinario e così Minchiella dalla sua porta dopo aver preso tutto a Catania sorprendeva Vitale per il pareggio.

Il terzo tempo era battaglia: le squadre lottavano pallone su pallone senza fermarsi ma le occasioni erano ancora per Catania ma Minchella due volte diceva no. Era invece freddo e glaciale Borer sul libero defilato a sorprendere Bua con lo scavetto per il 7-6. Entravano in gioco anche gli arbitri a spezzettare le dinamiche di gioco limitando il tentativo di rimonta di Catania. La giornataccia si chiudeva con il libero a botta sicura di Juninho che vedeva il doppio rimbalzo del palo prima di uscire fuori. Vinceva Terracina che superava la Domusbet chiudendo il girone sud in testa. Rossazzurri che devono recriminare tanto e adesso con il secondo posto attendono per il quarto di finale della Final eight una brutta gatta da pelare come Viareggio.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php