Live Sicilia

Città metropolitana

La riunione a Catania, Bianco:
"Riconoscimento per la città"


Articolo letto 1.685 volte
VOTA
5/5
1 voto

Catania, città metropolitana, enzo bianco, rosario d'agata, Politica
CATANIA – A Palazzo degli Elefanti si discute di Città Metropolitana. Stamattina, in sala Giunta, infatti, si è svolta la quarta riunione del tavolo tecnico istituito dall’assessorato regionale alle Autonomie locali tecnico proprio per discutere della costituzione delle città metropolitane. Docenti universitari ed esponenti delle giunte di Catania, Palermo e Messina si sono confrontati per dare un supporto scientifico all’assessore regionale Patrizia Valenti per costituire una proposta di legge organica da discutere quanto prima all’Ars. Tra i temi in discussione, i criteri da definire per individuare il perimetro delle nuove istituzioni, la coesione sociale come principio di generazione delle Città Metropolitane e il passaggio dai modelli di government a quelli di governance.

“Il fatto che la riunione si tenga a Catania è un importante riconoscimento per la nostra città - ha spiegato il sindaco Bianco. L’istituzione delle Città Metropolitane è una delle cose più importanti che sono oggi all’esame dell’assemblea regionale – ha aggiunto – perché Catania soffre il fatto di essere la più grande città di Italia non capoluogo di Regione, e soffre ancora di più del fatto che nel Comune etneo vivono meno di 300 mila persone, ma i catanesi, quelli che affrontano i problemi di tutti i giorni, sono 700 mila. Per questgo la legge è importantissima – ha ribadito – e lavoreremo seriamente perché, tra ottobre e novembre, il disegno di legge parta in modo operativo”.

L’istituzione delle città metropolitane rappresenterebbe, secondo il primo cittadino, una svolta per la città. Opinione condivisa dall’assessore comunale Rosario D’Agata, scelto come componente del Tavolo tecnico. “Al tavolo tecnico spetterà il compito di produrre proposte per quanto riguarda la realizzazione istituzionale delle aree metropolitane – ha aggiunto D’Agata. Ambiente, trasporto – ha concluso - sono solo alcuni settori che avranno un oggettivo vantaggio dall’istituzione delle aree metropolitane”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php