Live Sicilia

Parla il capitano

La scommessa di Izco:
"Freire e Leto, due talenti"


Articolo letto 2.011 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio catania, freire, Leto, mariano izco, maxi lopez, serie a, Sport
TORRE DEL GRIFO (Mascalucia) Il Catania riparte da Mariano Izco, icona dello spogliatoio rossazzurro e capostipite della folta colonia argentina in forza al club rossazzurro. Ha indossato spesso anche la fascia di capitano quando Marco Biagianti non è sceso in campo dall’inizio ma detiene il record di presenze in serie A con la casacca etnea. Il suo contratto scade nel 2017 ed è stato proprio Izco ad “inaugurare” gli appuntamenti pomeridiani con la stampa in occasione del ritiro precampionato che si svolge a Torre del Grifo. L’aria che si respira ai piedi dell’Etna è serena e non mancano buoni propositi in vista del campionato ormai alle porte. “Sono certo che la nostra squadra si è ulteriormente migliorata – esordisce Marianito - anche perché può contare su nuovi giocatori, anche se dispiace che qualcuno dell’organico della passata stagione sia andato o andrà via prossimamente. Il calcio è questo. Credo, comunque, che sarà per noi una grande stagione”.

Dopo solo qualche allenamento, cosa pensi dei tuoi nuovi compagni di squadra, da Leto a Freire ?

“Si nota già dai fondamentali che sono grandi calciatori. Aspettiamo che si ambientino completamente e potremo dare successivamente un giudizio più completo. Freire, per esempio, ha già dimostrato di possedere un buon piede mancino; il fatto che in squadra ci siano già tanti argentini favorirà l’inserimento suo e di Leto”.

Nello scorso campionato , il Catania ha concluso all’ 8° posto. Un numero da ricordare!

“Si ma io… non cambio: preferisco tenermi stretto il 13, il mio numero di maglia al quale sono molto affezionato. Non so chi prenderà il 10 (orfano di Ciccio Lodi trasferitosi, quasi in sordina, al Genoa!) ma lascio il primo numero a doppia cifra a qualcun altro”.

Di gol non ne segni tantissimi.

“Già, ma ci provo sempre e spero di invertire il trend anche perché è sempre bellissimo segnare. Magari quest’anno ci proverò con maggiore insistenza. L’importante per tutta la squadra sarà partire col piede giusto, senza montarci la testa e senza cullarci sugli allori della stagione passata. Il campionato di serie A è difficilissimo e ripartiamo da zero”.

Cosa pensi di Maxi Lopez, ritornato alla base non senza qualche… vicissitudine?

“Lopez ha fatto benissimo a Catania e ci ha dato una mano importante in un momento di difficoltà. Quando è andato via, Bergessio non lo ha fatto rimpiangere. Maxi è un grandissimo giocatore e, se resta qui, non potrà che contribuire alle nostre fortune”.

Quali obiettivi persegue il calciatore Mariano Izco nell’ottica complessiva della sua carriera?

“Mi piacerebbe fare tutto quel che ha fatto Zanetti: è un esempio!”

L’anno scorso Maran ti ha utilizzato in diversi ruoli, addirittura anche come terzino. Il “jolly” Izco è pronto a fare la sua parte anche quest’anno? 

“Certo, sono sempre a disposizione del mister. L’importante è giocare seguendo le direttive dell’allenatore”.

Catania è definitivamente nel tuo cuore?

“Qui sto vivendo stagioni fantastiche ma l’Argentina è la mia terra. Non so dove chiuderò la mia carriera ma, per il momento, l’unica cosa certa e che ho un contratto che mi lega al Catania sino al 2017”.

Sogni la Nazionale?

“E’ difficile e non dipende solo da me. Ci sono grandissimi giocatori in Nazionale ed io devo principalmente pensare a far bene con la maglia rossazzurra”.

Non era accaduto nelle ultime stagioni ma quest’anno il Catania riparte con il medesimo allenatore che ha concluso il campionato a giugno.

“Mister Maran è rimasto perché si è trovato bene in un contesto, come quello del Calcio Catania, che ti consente di lavorare bene, trovando anche un gruppo che lo ha seguito. Credo che adesso voglia dimostrare di sapere migliorare il rendimento della squadra”.

Bergessio è il fulcro della manovra. Temi che possa andar via?

“Gonzalo è un bravissimo calciatore che ha fatto benissimo. E’ normale che abbia richieste sia in Italia che all’estero; si allena sempre al 100% e, come ha affermato il Presidente, il Catania farà di tutto per trattenerlo”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php