Live Sicilia

Premio "Antonietta Labisi" al segretario dell'Oman


Articolo letto 2.819 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, oman, premio Antonietta Labisi, Zapping
CATANIA - Una kermesse suggestiva ed elegante, all’insegna di un forte richiamo socio-culturale, la XX edizione del Premio Internazionale Targa d’Argento “Antonietta Labisi”, si è tenuta sabato 22 giugno all’hotel Nettuno. A fare gli onori di casa il fautore dell’happening, l’avv. Corrado Labisi, straordinario anfitrione dell’evento, presentato dal conduttore di Rai 2, Nino Graziano Luca. Ad essere insigniti del Premio Internazionale, come di consueto, personalità di spicco del mondo della scienza, della medicina e della chirurgia, del giornalismo e dell’informazione, nonché dell’associazionismo e della cinematografia. Ad illuminare il palcoscenico allestito al Nettuno il Segretario Generale dello Stato di Oman, S.E. Said Bin Nasser Bin Mansoor Al Khusaibi, premiato per i problemi sociali e culturali della sua nazione, il quale, ricevendo il premio dall’avv. Corrado Labisi, ha sottolineato alla sua prima visita in Italia “l’importanza da parte dell’uomo di servire chi soffre, chi è emarginato, o chi sta semplicemente meno bene di noi. Siamo convinti di poter allestire un rapporto saldo e duraturo con l’avv. Labisi e con l’Associazione che dirige con merito e attenzione verso le classi sociali più deboli”. L’avv. Corrado Labisi ha messo in evidenza “l’importanza di organizzare un premio che vuole essere ogni anno un’occasione di incontro e di confronto tra culture diverse, un polo di attrazione tra tante razze, mondi e linguaggi con l’attenzione sempre rivolta verso chi sta meno bene di noi e verso i giovani, in particolare siciliani, che soffrono la morsa della crisi e che invito ad avere forza, coraggio e determinazione per non ammainare la bandiera della speranza. Malgrado il Premio sia internazionale, continueremo ad organizzarlo nella nostra amata, ancorchè martoriata, terra: la Sicilia, vera culla della cultura”. A ricevere il premio per il miglior tg regionale il direttore di Antenna Sicilia Michela Giuffrida; per il giornalismo Letizia Vella e Vincenzo Adornetto; per i suoi brillanti servizi firmati nella veste di giornalista e fotoreporter Fabrizio Villa; per la chirurgia il dott. Francesco Basile; per la neurologia il dott. Francesco Patti; alla carriera il dott. Guido Marletta, presidente aggiunto della Corte di Cassazione di Catania; per l’attività di tutela contro la violenza sulle donne la presidentessa dell’Associazione Thamaia, l’avv. Loredana Piazza; per la realizzazione di un cortometraggio sul fenomeno del bullismo e del cyberbullismo lo sceneggiatore Sergio Zagami e l’attrice di cinema e teatro Anna Maria Spina per la sua luminosa carriera artistica. “Avendo raccolto il testimone da una donna dotata di autentica umanità e incondizionata sensibilità verso i problemi socio-economici e culturali come mia madre, Antonietta Azzaro Labisi - ha chiosato l’avv. Corrado Labisi – proseguiremo nel solco da lei tracciato per consentire a culture diverse e lontane geograficamente di incontrarsi, dialogare e adoperarsi allo scopo di tutelare i più poveri e svantaggiati”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php