Live Sicilia

Palazzo degli Elefanti

Ecco i sei nomi del Megafono
per Giunta e vicesindacatura


Articolo letto 6.466 volte
VOTA
3.3/5
7 voti

Catania, enzo bianco, giunta comunale, Giuseppe Caudo, il megafono, Politica

La conferenza stampa



CATANIA - Continuano le pressioni sul sindaco Bianco per la scelta dei nomi che contribuiranno a completare la squadra di Governo della città. Dopo gli esponenti di Articolo 4 e dei Democratici riformisti, stamattina è stata la volta del Megafono che, differenziandosi dalla pratica fino a ora comune di avanzare pretese senza chiedere esplicitamente, ha pensato di organizzare direttamente una conferenza stampa per comunicare al primo cittadino la rosa di nomi tra cui scegliere per ricoprire le cariche assessoriali rimaste vacanti. Hanno già un assessore in quota, Luigi Bosco designato prima dell'elezione di Enzo Bianco, ma vogliono di più i rappresentanti del Megafono. "Noi non facciamo trattative private - spiega Giuseppe Caudo, coordinatore provinciale del movimento fondato dal presidente Rosario Crocetta - per questo abbiamo pensato di convocare questa conferenza: per illuminare la città su quelle che sono le nostre intenzioni e illustrare la rosa di nomi ampia che faremo al sindaco Bianco".

Sei nomi, "tutti autorevolissimi", come lo stesso Caudo ha specificato: si va dalla consigliera appena eletta, Ersilia Severino, gli avvocati Michele Giorgianni e Peppe Spampinato, quest'ultimo ex assessore della giunta regionale targata Lombardo, Danilo Di Giacomo, revisore dei conti ed esperto di bilanci, oltre naturalmente al presidente del Consiglio uscente, Marco Consoli, e dello stesso Giuseppe Caudo. "Sono uomini e donne, personalità, professionalità e competenze - aggiunge Caudo - tra cui Enzo Bianco potrà scegliere al meglio per la città, così come concordato anche con il presidente Crocetta, in questi giorni".

La lista dei nomi finirà sul tavolo del primo cittadino domani, ma i rappresentanti del Megafono sembrano pronti a fare qualche pressione in più nel caso in cui il sindaco dovesse rispondere diversamente rispetto alle aspettative. "Siamo la prima forza di questa coalizione e lo ribadiamo con estrema chiarezza - continua Caudo - e con l'amministrazione speriamo che si apra un dialogo forte, programmatico e che ci si metta subito al lavoro per lo sviluppo, che rimane una delle nostre priorità".

Non si fermano alla richiesta di un posto in Giunta, i rappresentanti del Megafono, ma avanzano anche aspettative sulla vice sindacatura, sulla presidenza vicaria del Consiglio comunale e sulle tre commissioni consiliari permanenti più importanti: bilancio, partecipate e cultura. "Per le presidenze ci rimettiamo nelle mani del sindaco - conclude Caudo - ma è chiaro che, con i nostri 15.700 voti dobbiamo dare risposte e possiamo avere ambizioni in questo senso. Se Bianco non dovesse ascoltarci, sbaglerebbe".

Caudo e il Megafono si portano avanti, poi, anche rispetto alla possibilità che un'alleanza così eterogenea come quella che ha portato Bianco alla vittoria possa trovare qualche intoppo di "comunicazione". "La nostra proposta rimane quella di istituire una cabina di regia - che metta insieme tutte le forze della coalizione

 

 

 

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php