Live Sicilia

Il sodalizio etneo al lavoro

I rebus del calciomercato:
tutti i nodi da sciogliere


Articolo letto 1.659 volte
VOTA
1/5
1 voto

barrientos, catania calcio, frison, gomez, lodi, serie a, Sport
CATANIA. Quella attuale è una settimana significativa in casa rossoazzurra in vista della prossima stagione agonistica. La dirigenza etnea, con in testa il duo Cosentino-Bonanno sarà, infatti, impegnata nella definizione di alcune comproprietà nell’intento di evitare il ricorso alle “buste”. Tra i calciatori per i quali c’è da risolvere la comproprietà ci sono i portieri Alberto Frison (partecipazione Vicenza) e Pietro Terracciano (partecipazione Nocerina) oltre al talentuoso centrocampista Francesco Fedato (Bari). Obiettivo preminente della società rossazzurra, in riferimento al mercato in entrata, è quello di consegnare a mister Maran -già all’inizio dell’imminente ritiro estivo previsto per l’11 luglio- un organico abbastanza completo, partendo dal titolare della fascia sinistra che andrà a prendere il posto del neo genoano Giovanni Marchese. In tal senso, pare che la pista sudamericana sia la più battuta, considerato che i vari Vitale e Biraghi non vengono probabilmente considerate prime scelte. Il tecnico trevigiano accoglierebbe, invece, a braccia aperte Grillo ma il vicepresidente Pablo Cosentino potrebbe avere già individuato il prossimo terzino sinistro del Catania in Sudamerica. Sul fronte delle possibili cessioni, l’Inter non ha ancora fatto passi decisivi (leggasi richieste ufficiali!) per “el papu” Gomez e per “el pitu” Barrientos e per il momento il loro approdo in nerazzurro rimane soltanto ipotetico. Una certezza è, viceversa, è rappresentata dal fatto che il neoacquisto Sebastian Leto può benissimo prendere il posto in campo di Gomez mentre la reale alternativa a Barrientos potrebbe essere l’esterno Emanuel Rivas attualmente in forza al neopromosso Verona. Voci, solo voci… sinora! Se le due trattative andassero effettivamente in porto, il Catania potrebbe stringere i tempi per arrivare all’ingaggio del talento in forza al Newell’s Old Boys, cioè il contesissimo Ignacio Scocco corteggiato anche da tante altre squadre italiane e straniere. Nessuna novità, al momento, circa il rinnovo di contratto a Sergio Almiron: se le strade tra in numero 4 e la società etnea dovessero dividersi, il Torino è pronto a rilanciare per accaparrarsi le prestazioni calcistiche del centrocampista argentino con un passato nella Juventus e nel Bari. Da non escludere che nell’eventuale trattativa possa entrare il granata D’Ambrosio che finirebbe così ai piedi dell’Etna.

Incerto, al momento, anche il destino di Ciccio Lodi. Montella stima molto il giocatore e la Fiorentina (inserendo magari nella trattativa Salifu) potrebbe rilanciare un’offerta solo dopo aver, però, ceduto Pizarro mentre l’interesse di Inter, Milan e Juventus sembra essersi raffreddato. Maxi Lopez ha fatto capire a chiare lettere di non voler tornare a Catania malgrado gli ulteriori apprezzamenti nei suoi confronti esternati recentemente dal presidente Pulvirenti. Il biondo centravanti argentino riscuote uno stipendio che supera il milione di euro e piazzarlo non sarà facile, almeno in Italia. Tutte da definire le situazioni di Mirco Antenucci, reduce da una deludente stagione allo Spezia; di Takayuky Morimoto di ritorno dall’esperienza all’Al Nasr; del centrocampista Moretti che non sarà riconfermato dal Modena mentre Martinho, a meno di clamorose sorprese, giocherà anche in serie A con l’Hellas Verona dopo aver contribuito sensibilmente al ritorno degli scaligeri nella massima serie.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php