Live Sicilia

VERIFICHE ELETTORALI

Terremoto nelle municipalità
Tre liste a rischio esclusione

amministrative 2013, bianco, liste, stancanelli, Politica

Patto per Catania, Primavera per Catania e Forza Catania sarebbero a rischio di esclusione dalle amministrative di giugno. Le prime due sono a sostegno di Bianco, mentre la terza è una delle civiche di Stancanelli. Tutti i particolari.

VOTA
3/5
4 voti

CATANIA - Terremoto nella presentazione delle liste per le municipalità. Fonti qualificate di Palazzo degli Elefanti, spiegano a LivesiciliaCtania che sarebbero a rischio di esclusione tre liste, due a sostegno del candidato a sindaco per il centrosinstra, Enzo Bianco, e una delle civiche di Raffaele Stancanelli. Salterebbero, dunque, in tutte le sei circoscrizioni Patto per Catania e Primavera per Catania, a causa di un ritardo nella presentazione; mentre, nella terza e quarta municipalità, Forza Catania perché non avrebbe un numero sufficiente di candidati.

Dagli ambienti vicini al sindaco uscente, l’assessore designato Claudio Corbino, nonché coordinatore delle liste civiche ha confermato: “Diamo per scontato che Forza Catania non sarà presente alla terza e la quarta municipalità”. Ipotesi che ha comportato la promozione alla vicepresidenza del coordinamento Tutti per Catania di Alberto Ponte, candidato alla terza municipalità nella lista esclusa: “Alberto è un candidato che ha fatto finora un lavoro molto importante, per un errore documentale, è saltata la sua candidatura. É sembrato dunque un peccato al sindaco, e io ho condiviso la sua impostazione, disperdere il contributo di un ragazzo intelligente e preparato come lui. E, quindi, lo abbiamo voluto recuperare in chiave organizzativa. Ponte, dunque, mi aiuterà, in primo luogo sui quartieri, e poi su tutto ciò che ci sarà da fare in questa campagna elettorale. Il lavoro di certo non manca”.

Alberto Ponte



Contattato da LiveSiciliaCatania, Ponte commenta: “Sono onorato di questo incarico, credo che nei quartieri vinceremo lo stesso, sono convinto che Stancanelli abbia lavorato bene e per questo verrà premiato dalla gente”. Corbino ha, inoltre, voluto commentare lo stato di salute del centrosinstra catanese: “Le mille contraddizioni di questa variopinta coalizione sono sotto gli occhi di tutti. Certo - ha concluso - vedere questi noti signori accapigliarsi per delle poltrone, non è proprio una figura edificante per chi dovrebbe occuparsi dei problemi veri di Catania”.

La dichiarazione Francesco Marano, responsabile della Lista Patto per Catania, sul mancato accoglimento delle liste della Municipalità: "Già domani mattina la Commissione elettorale catanese si riunirà per esaminare il ricorso in autotutela dei rappresentanti delle liste “Patto per Catania” e “Primavera per Catania”, dopo il mancato accoglimento degli elenchi dei candidati per le Municipalità. Il ricorso è firmato da Francesco Marano e Claudio Fraggetta, rappresentanti della prima lista, e Paolo Mangione e Giulio Ciccia, in rappresentanza della seconda. La notizia del mancato accoglimento delle liste – ha commentato Marano -, ci stupisce parecchio, ma siamo assolutamente sereni e certi delle nostre ragioni.  Alle 11,45 del 15 maggio,  infatti,  nell’Ufficio del Segretario generale, abbiamo consegnato le liste per il Comune di ‘Patto per Catania’ e ‘Primavera per Catania’. Contestualmente abbiamo fatto presente che avremmo, in continuità, presentato anche quelle con i candidati delle municipalità. Nel frattempo sono giunti altri rappresentanti di lista e, nella confusione conseguente, siamo stati costretti ad attendere per depositare i nostri elenchi, senza mai uscire dai locali. Non appena siamo stati chiamati, abbiamo provveduto a consegnare le liste della circoscrizione, in continuità dunque con quelle del Comune, come è stato riconosciuto anche dal Segretario generale. Erano le 12,09 e non ci è stato sollevato alcun problema. Non comprendiamo dunque questa decisione che va contro ogni principio giurisprudenziale e di prassi. Può capitare anche agli uffici di incorrere in errori, ma siamo sereni e i nostri candidati alle circoscrizioni non devono avere alcuna preoccupazione perché siamo certi della immediata riammissione delle liste”.

Le reazioni del Pd. Dichiarazione congiunta sull’esclusione da parte della Commissione elettorale delle liste “Patto per Catania” e “Primavera per Catania”, firmata da Anthony Barbagallo (PD), Concetta Raia (PD), Enzo Napoli (PD), Lino Leanza (Articolo 4), Luca Sammartino (Articolo 4), Valeria Sudano (Articolo 4), Nicola D'Agostino (Udc), Marco Forzese (Democratici e Riformisti), Orazio Licandro (Pdci), Pierangelo Spadaro (Sel)

 

“È  incredibile che ben 12 liste, ‘Patto per Catania’ e ‘Primavera per Catania’, in tutte le sei Municipalità, vengano escluse dalla competizione elettorale di Catania. È scandaloso - e fa molto riflettere - che le liste civiche della coalizione a sostegno di Enzo Bianco abbiano subito un torto così grande e siano state escluse senza motivazione alcuna. Si toglierebbe così la possibilità a ben 144 candidati di confrontarsi con il volere dei cittadini. Molti di noi, la mattina del 15, si trovavano nei locali della consegna delle liste e hanno visto la calca che si è creata e i conseguenti rallentamenti delle operazioni, e la presenza dei rappresentanti delle liste ‘Patto’ e ‘Primavera’ ben prima del termine per la presentazione. Siamo certissimi che le liste saranno immediatamente riammesse. Continueremo ancora più convinti la campagna elettorale a fianco di Enzo Bianco per il rilancio della città. Niente e nessuno potranno fermare il percorso che abbiamo intrapreso. Qualcuno pensa di vincere nell'unico modo possibile, la squalifica dell'avversario. Ma chi pensa questo sbaglia di grosso”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento