Live Sicilia

La squadra di Stancanelli

Giovani, puliti e professionisti
Parte il toto-assessori

VOTA
3.7/5
3 voti

amministrative catania, Catania, razza, stancanellli, Politica
CATANIA. Vertice di coalizione ieri per il centrodestra etneo. All'ordine del giorno non vi erano soltanto gli ultimi dettagli tecnici prima della presentazione ufficiale delle liste, che almeno per il Pdl dovrebbe avvenire mercoledì, l'ultimo giorno disponibile. Ma si sarebbe discusso anche, e soprattutto, degli eventuali futuri assessori della squadra di Raffaele Stancanelli. Secondo indiscrezioni, nella riunione di ieri sarebbe stato varato un criterio di massima per la selezione dei possibili titolari della squadra di giunta. In primo luogo dovranno essere giovani, provenienti dal mondo delle professioni e “limpidi” sotto il profilo morale. E le linee guida sembrerebbero confermare l'ipotesi di una delega assessoriale in favore del giovane dirigente nazionale de La Desta Ruggero Razza, classe 1980, e una esperienza amministrativa in qualità di vice presidente della provincia di Catania, con un interim alla cultura nella giunta targata Giuseppe Castiglione. Salgono pure le quotazioni in favore di Claudio Corbino, imprenditore, e attuale coordinatore dei movimenti civici in sostengo di Raffaele Stancanelli, ovvero il regista della campagna elettorale in favore della riconferma a sindaco dell'attuale inquilino di Palazzo degli Elefanti.

Prossima ad un assessorato ci sarebbe anche la coordinatrice femminile del Pdl, Sonia Grasso, giovane ingegnere e professore a contratto di Urbanistica e pianificazione territoriale. Contattata da LiveSiciliaCatania, si è detta “onorata” rispetto ad una simile investitura: “Ma – riferisce- non ho avuto modo di parlarne con il sindaco. Non mi pare ci sia nulla di ufficiale. Al momento – ha aggiunto- credo sia più importante lavorare alla formazione di una squadra di governo affiatata. Questo – ha sottolineato- è un momento positivo per la coalizione di centrodestra, che si è ricompattata sul nome di Stancanelli, un uomo che in questi anni ha dato prova di efficienza amministrativa”. Sonia Grasso tuttavia sembra avere le idee chiare su quali dovranno essere le priorità della prossima amministrazione: “Sicuramente il piano regolatore generale. Mai – ha sottolineato- si è arrivati così vicini dall'approvarlo. Tutto è già fatto. Entro il primo mese – ha ipotizzato l'esponente azzurro- si potrebbe tranquillamente adottarlo”. Quello del Prg rischia di essere, stando alle parole di Nuccio Condorelli, capogruppo del Pdl al consiglio comunale, la grande incompiuta dell'amministrazione uscente: “Avremmo dovuto avere – ha detto a LiveSiciliaCatania- più coraggio, come maggioranza, nell'approvarlo. Avremmo dovuto spingere – ha aggiunto- un po’ di più presso gli uffici regionali”. Ma queste sono ipotesi relative al passato, guardando invece all’immediato futuro di Condorelli, stando sempre ad alcune indiscrezioni, ci sarebbe l'ipotesi prestigiosa di una poltrona da vice-sindaco. Possibilità che l'interessato ha smentito prontamente: “È prematuro e sbagliato dirlo adesso, tutto verrà deciso dopo la vittoria. I partiti faranno la loro parte, in base ai risultati elettorali – ha concluso-si deciderà a chi assegnare i vari ruoli”.

Quello che si profila è dunque un puzzle tra i partiti del centrodestra, dove anche Grande Catania, la lista che raccoglie l'eredità politica del Pds/Mpa di Raffaele Lombardo, avanzerebbe, secondo alcuni rumors, una richiesta dall'altro profilo istituzionale: la presidenza del consiglio comunale. Il papabile sarebbe un giovane medico con all'attivo la vice sindacatura di Catania, Mario Chisari.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php