Live Sicilia

la tragedia

Catania sconvolta per la morte di Peppe Musumeci


Articolo letto 17.143 volte
VOTA
4.2/5
5 voti

figlio, giuseppe musumeci, morto, Nello Musumeci

Giuseppe Musumeci



CATANIA -  E’ un dolore straziante, quello che strappa il cuore dal petto, che percuote i tessuti creando una ferita inguaribile. E’ la prova più dura per un genitore: la perdita di un figlio. Giuseppe Musumeci è morto all’improvviso lasciando un vuoto incolmabile nella famiglia del deputato regionale catanese.

Una tragedia e una fatalità. Giuseppe, 30 anni, era a casa quando ieri un malore fulminante lo ha colpito mentre era in bagno. Un infarto del miocardio è la diagnosi del medico legale che ha svolto l'esame autoptico oggi alle 14. Ieri alle 13 sono dovuti intervenire i carabinieri: la porta della sala da bagno era chiusa a chiave dall'interno e la colf che aveva chiamato Giuseppe al cellulare si è allarmata, quando il telefonico squillava da dentro la toilette e lui non lo prendeva. Immediata la telefonata al padre che ha contattato il 112. I militari della compagnia di Piazza Dante hanno forzato la serratura e, così, hanno trovato Giuseppe senza vita. La procura, come atto dovuto, ha aperto un’inchiesta conoscitiva.

Un giorno dell’orrore per la famiglia di Nello Musumeci. I fratelli, i genitori e la fidanzata increduli da quanto accaduto. Gli amici, i conoscenti e i colleghi sono accorsi per sostenerli e confortarli. Decine di messaggi provenienti dal mondo politico per esprimere “il cordoglio” per Nello Musumeci, come centinaia sono i post su facebook e twitter per manifestare dolore e sconcerto per l’improvvisa scomparsa. I funerali sono stati fissati per domani mattina alle 10,30 nella chiesa dell'Istituto Sant'Antonio delle suore cappuccine del Sacro Cuore al Viale Mario Rapisardi.

Gli amici descrivono Giuseppe un “ragazzo per bene”. Un giovane “umile, leale e di un’altissima caratura morale”. Il 30 enne era stato proprietario per alcuni anni di un hotel nel centro di Catania: era entrato in Federalberghi giovanissimo appena ventenne, ricopriva la carica di consigliere regionale dell’Associazione. Il presidente regionale Nico Torrisi e Grazia Romano e Mavie Fesco per i Giovani Albergatori esprimono “sentite condoglianze alla famiglia Musumeci per la perdita di Giuseppe da tutti stimato quale giovane uomo – scrivono - specchiate doti morali ed esemplare per impegno, dedizione e lealtà”.

“Lo conoscevo da oltre 12 anni – è il ricordo di Nico Torrisi – era un ragazzo per bene, io lo avevo soprannominato grillo parlante, era capace di diventare la mia coscienza. Era un amico sincero, mi è sempre stato vicino, anche nei momenti difficili. Un collega infaticabile, insieme abbiamo fatto tante battaglie per l’associazione. Non ci sono parole, per me e per tutti restano di Giuseppe solo ricordi meravigliosi, di un uomo – conclude - eccellente”.

La cronaca e i messaggi degli amici - Enrico Trantino "Ciao Peppe" - Il cordoglio della politica - Il dolore su Facebook e twitter

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php