Live Sicilia

L'omicidio Raciti

Speziale, avvocatura generale
rigetta istanza di revisione


Articolo letto 2.605 volte
VOTA
5/5
2 voti

antonino speziale, Catania, omicidio raciti, revisione processo, Cronaca
CATANIA. L'Avvocato generale di Catania, Salvatore Scalia, ha rigettato l'istanza di Rosa Lombardo, madre di Antonino Speziale, l'ultra condannato per la morte di Filippo Raciti, il 2 febbraio del 2007 durante gli scontri al Massimino del derby Catania-Palermo, per "revocare, annullare o riformare" il provvedimento della Procura generale di non accoglimento della richiesta di revisione del processo. Speziale è stato condannato, con sentenza passata in giudicato, a 8 anni di reclusione, che sta scontando nel carcere di Brucoli, per omicidio preterintenzionale. Secondo l'Avvocato generale "non si comprende, in rito, in base a quale norma il Procuratore generale possa 'annullare o riformare' un provvedimento adottato da un altro magistrato del medesimo ufficio". Per quel che attiene alla revoca, scrive Salvatore Scalia, "l'ufficio può determinarsi difformemente da quanto precedentemente ritenuto a fronte di nuova istanza che indichi elementi da quelli precedentemente valutati".

Ma anche in questo caso, ritiene l'Avvocato generale, la richiesta "va comunque nel merito rigettata, atteso che l'atto in parola è pienamente condivisibile nelle sue argomentate motivazioni". "Fermo resta - ricorda il magistrato - che sia il condannato che un prossimo congiunto possono proporre direttamente richiesta di revisione del processo, ma tale proposta non è tra gli atti qui inviati dagli esponenti".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php