Live Sicilia

Verso le amministrative

Belpasso, l'Udc non c'è più:
"Nessuna lista per le comunali"

VOTA
5/5
1 voto

belpasso, elezioni amministrative, Salvo di Salvo, udc, Politica
BELPASSO. Con una lunga lettera i dirigenti dell'Udc di Belpasso spiegano i motivi per il quali l'Unione di Centro non presenterà lista alla prossime amministrative, lasciando, quindi, liberi i candidati del partito di tentare l'elezione nel comune catanese con altre liste.

Ecco il testo integrale nota:

"Il motivo di non presentare la lista non è sicuramente ideologico o perché in contrasto con le proposte del partito a Belpasso. Tutt'altro. Non si presenta la lista in nome della 'accountability', ovvero della necessità di rendere conto agli altri del proprio operato: cosa che questo gruppo non avrebbe fatto rifiutandosi di chiarire in pubblico il mistero legato alla circostanza. Il commissario Salvo Di Salvo designato dalla dirigenza regionale e notoriamente legato alla cordata dell'onorevole Lino Leanza ha provocatoriamente allungato ed annacquato gli incontri preparatori alla presentazione della lista dei candidati per il consiglio comunale (lista da tempo completa) e alla decisione di scegliere il candidato sindaco. Il commissario ha dichiarato chiaramente l'intenzione di schierarsi a sostegno del candidato sindaco del Mpa, tale scelta non risponde alle decisioni che il gruppo storico Udc di Belpasso ha espresso palesemente al commissario, indicandola come profondamente lesiva degli interessi della città, nonché del partito, viste le scelte politiche fatte dal candidato indicato. Rimaniamo totalmente contrari a queste decisioni esclusivamente verticistiche e, pertanto, rivendichiamo l'esigenza di avere un commissario provinciale imparziale e non legato alle segreterie personali dei deputati.

È con rassegnazione e disperazione profonda che abbiamo deciso di non presentare la lista Udc. Dopo aver avvisato ieri i vertici nazionali lo facciamo oggi in modo pubblico, perché abbiamo coinvolto molte persone in questo partito e ci sentiamo in dovere di spiegare loro le ragioni della scelta. Perché noi crediamo nella trasparenza, anche in queste scelte. Crediamo fermamente nelle idee che portiamo avanti. Abbiamo sempre pensato che anche le idee più sane abbiano bisogno di gambe sane. Per cambiare Belpasso c’è bisogno di rigore nel metodo: onestà, trasparenza, ed 'accountability', che significa che tutti, a qualsiasi livello, devono rendere conto agli altri del proprio operato. Purtroppo negli ultimi giorni abbiamo compreso che questi tre principi non sempre si applicano all'attuale vertice provinciale dell'Unione di Centro. Dopo aver provato, nell'ultima settimana, a fare di tutto per cambiare le cose, non ci resta che una via di uscita dignitosa, non presentare la lista Udc a Belpasso. Lasciamo quindi liberi i nostri candidati di tentare l'elezione per il bene del comune con altre liste.

Per fortuna l'Udc non è solo la corrente nella quale milita il commissario Di Salvo. Ci sono centinaia di attivisti fantastici che stanno lavorando sodo per cambiare Belpasso e non solo. Il nostro cuore è con loro. Ci auguriamo che dopo le elezioni questo partito si trasformi, come promesso, in un realtà completamente partecipativa e democratica, ricompattando chi crede nel valore delle idee e della politica al servizio dei cittadini, in cui tutti, a cominciare dal leader, siano 'accountable' delle loro azioni e ci sia tolleranza zero per certi atteggiamenti. Si chiede pertanto un incontro urgente con il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa per gli eventuali sviluppi politici di Catania e provincia".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php