Live Sicilia

LA BUROCRAZIA DEL COMUNE

Pec per la Giunta, Serafini:
"Risparmio e velocità"

VOTA
5/5
2 voti

Catania, comune, pec, serafini, Politica
CATANIA  - L'iniziativa varata dall’amministrazione guidata dal sindaco Raffaele Stancanelli su proposta dell'assessore all'Innovazione Sergio Serafini, è in linea a quanto richiesto dal Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD). Il sindaco e ciascun assessore hanno aperto una propria casella di posta elettronica certificata(Pec), a proprie spese, in cui ricevere tutta la corrispondenza interna e in particolare le proposte di delibera che spesso sono particolarmente corpose con dispendio di risorse e impiego di personale impiegato fotocopiare gli atti. Un passo avanti, a cui ne seguiranno altri, per digitalizzare il Comune fino all’obiettivo di eliminare pressoché completamente l’uso della carta nell’azione amministrativa.

Su questa base, il Comune di Catania sin dal 2010 ha istituito la casella PEC istituzionale con l'obiettivo di snellire e agevolare i rapporti con le altre Pubbliche Amministrazioni, le aziende e i cittadini, per quanto attiene procedimenti amministrativi, attività gestionali, documenti, modulistica, modalità di accesso e partecipazione.

“Ancora un esempio concreto -afferma l’assessore Serafini- di risparmio e razionalizzazione della spesa oltre che di innovazione: sempre meno carte e lentezze burocratiche ma soprattutto velocità ed efficienza grazie alle nuove tecnologie. La giunta ha compiuto un nuovo passo per modernizzare l’azione amministrativa a cui la struttura burocratica deve adeguarsi rapidamente, per un Comune che sia in linea ai processi di cambiamento dell’era digitale”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php