Live Sicilia

Compagnia delle Opere

Expandere, tutto pronto
per la seconda edizione


Articolo letto 1.588 volte
VOTA
0/5
0 voti

compagnia delle opere, expandere, giarre, Zapping
GIARRE - E’ tutto pronto per la seconda edizione di Expandere, l’evento di rete promosso e organizzato da Compagnia delle Opere Sicilia Orientale. Dopo il successo dello scorso anno al Santa Tecla di Acireale, sarà la splendida location di Radice Pura, a Giarre, a ospitare il prossimo 30 aprile l’evento di rete, al quale parteciperanno oltre 150 imprenditori siciliani di tutti i comparti economici. A sei giorni da Expandere, il direttore di CdO Sicilia Orientale, Cristina Scuderi, spiega i contenuti, presenta le peculiarità più significative dell’edizione 2013 che ha come tema di fondo “Incontrarsi per crescere”.

“Expandere – spiega - è l’open day della Cdo. Una cartolina vivente di ciò che noi siamo: incontri relazioni, partners, workshop, rete e clima di fiducia e collaborazione. Chiunque viene ad Expandere vede cosa è davvero la Compagnia delle Opere”. Precise le linee guida seguite nella realizzazione di questa edizione alla quale CdO lavora ormai da diversi mesi: “Saranno approfonditi temi di reale interesse per gli imprenditori. Tenteremo di approntare un inizio di risposta a quello che vediamo essere un’urgenza, in particolare sull’internazionalizzazione, servizi finanziari, aggregazioni, innovazione. Sono previsti due workshop, due tavole rotonde, focus speciali con l’intervento di relatori prestigiosi e di ospiti nazionali”.

L’edilizia anche quest’anno sarà al centro delle tematiche che saranno affrontate in un workshop: “Si tratta di uno dei settori maggiormente rappresentativi nella nostra associazione, nonché uno dei settori più colpiti dalla crisi. Il tema è provocatorio: i nostri imprenditori edili forse hanno ancora in mente di proseguire alla vecchia maniera, in un momento in cui ci è imposto di cambiare e pensare ad un nuovo modello di business per questo settore”. La Compagnia delle Opere riproporrà agli associati momenti riservati all’internazionalizzazione delle imprese: “Intanto l’imprenditore deve acquisire la coscienza di cosa sia internazionalizzare. Spesso si ha un’idea falsata di questo passo. Coscienza e consapevolezza. Poi gli strumenti. E, infine, la ricchezza dell’esperienza di chi ha già fatto questo passo. Senza questi tre elementi è difficile fare un passo così importante senza bruciarsi”. In un momento di grande crisi, in cui chiudono in Italia, migliaia di imprese e si perdono importanti posti lavoro, Cdo cerca di trovare soluzioni innovative: “Non vogliamo vendere sogni e non ci sostituiremo mai al protagonismo e alla fattività creativa degli imprenditori. Non abbiamo la bacchetta magica per risolvere le cose. Coscienti che non possiamo cambiare tutto, cerchiamo di concentrarci su quello che possiamo cambiare. Noi offriamo agli imprenditori spunti di lavoro, la rete e gli strumenti. Sono loro che devono poi muoversi in sinergia e molti già lo stanno facendo”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php