Live Sicilia

al via la campagna elettorale

Bianco: "Catania ce la fa!"
ma l'Udc prende tempo

VOTA
3.2/5
13 voti

enzo bianco, giuseppe lupo, raffaele stancanelli, Salvo di Salvo, Politica

Il manifesto elettorale di Enzo Bianco



CATANIA - La macchina elettorale di Enzo Bianco è partita. L'evento di oggi pomeriggio al Teatro Abc ha consacrato definitivamente l'ex sindaco del capoluogo etneo a candidato unitario del centrosinistra catanese per la carica di primo cittadino. I vertici dei principali partiti della coalizione erano tutti sotto al palco. A cominciare proprio da Giuseppe Lupo, il segretario regionale del Pd, che con la sua presenza ha voluto testimoniare la totale convergenza di tutte le anime del partito in favore dello stesso Bianco, mettendo fine alle polemiche dei mesi scorsi. C'erano anche i vertici di Sel, che in questi giorni sono stati travolti da una drammatica polemica interna proprio sulla candidatura di Bianco. Presente pure il deputato centrista all'Ars Nicola D'agostino. Assente giustificato  Giuseppe Berretta visto l'impegno di oggi a Montecitorio per eleggere il Presidente della Repubblica.

Un momento della conventio



A pesare però è l'assenza del neo commissario Udc, Salvo Di Salvo (vicino a Lino Leanza) che contattato da LiveSiciliaCatania ha fatto sapere: “Non ho partecipato perché nelle prossime ore convocherò la deputazione regionale catanese per fare la scelta giusta sulla nostra città. Come commissario – ha spiegato il consigliere comunale - ho voluto avviare una fase di riflessione interna al mio partito”. Di Salvo ha voluto precisare che questa scelta “non prelude ad alcuna rottura con il centro sinistra”. Il commissario ha concluso: “Mi pare normale che su Catania deve decidere la classe dirigente catanese”.

la folla al teatro ABC



La guerra di posizionamento all'interno del centrosinistra catanese sembra dunque prossima ad una conclusione. L'evento di oggi aveva il sapore di una convention trionfale in pieno stile "democrat". Non sono mancati neanche i tipici cartelli da supporter made in USA con su scritto “Catania ce la fa!”, il motto della campagna elettorale appena avviata. Benedetta peraltro dalla seconda elezione, annunciata dallo stesso Enzo Bianco durante il lungo intervento alla platea, di Giorgio Napolitano a capo dello Stato. “Grazie Presidente!” è stato il grido emozionato dell'ex primo cittadino catanese.

La prima fila



Ormai dunque la competizione è tra Raffaele Stancanelli ed Enzo Bianco. Si gioca a campo aperto. “Qui oggi c'è tantissima gente – ha detto l'ex senatore democratico- l'attuale sindaco ha presentato la sua candidatura da solo. Lui – ha aggiunto- a differenza mia parla solo al futuro. Mai infatti gli abbiamo sentito dire ho fatto. Solo negli ultimi giorni si è attivato, scoprendo quartieri come Vaccarizzo e Librino e rattoppando le buche in città. Ma – lo ha sottolineato nuovamente- è solo. Bianco ha voluto prendere inoltre posizione posizione sullo stao dei conti del comune di Catania: “Stancanelli continua a raccontare la colossale bugia che il debito catanese è mio. È arrivato addirittura a dire – ha detto divertito- che se non è stato approvato ancora il Prg è per colpa mia".

Enzo Bianco ha espresso qualche riserva anche sugli altri due concorrenti alla carica di Sindaco: “Anche Caserta è solo”. Su Lidia Adorno, attivista del Movimento  Stelle, ha lanciato la stoccata: “Non vi preoccupate – ha detto- lei non comparirà pubblicamente. Il vero candidato è Beppe Grillo, che verrà a Catania per fare il suo comizio ed andrà via”.

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php