E' stato condannato alla pena di 12 anni di reclusione l'imprenditore dei supermercati. L'imprenditore, secondo l'accusa, avrebbe "finanziato in modo continuativo" la 'famiglia' Laudani "in cambio di una duratura protezione" e "riciclato in attività economica legale ingenti proventi delle attività illecite della cosca".