Live Sicilia

FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA

Allarme furti a Villa Cerami
Pennisi: “Studenti stiano tranquilli”

VOTA
0/5
0 voti

facoltà di legge, furti, tentato furto di giurisprudenza, villa cerami, Cronaca
CATANIA – Negli ultimi sette giorni, nella notte si sono registrati due tentativi di furto nei locali del Dipartimento di Giurisprudenza, entrambi sventati dalle forze dell’ordine. Ancora una volta il sistema di sicurezza installato all’interno dei locali ha permesso di mettere in allerta i militari, i quali hanno subito bloccato i ladri e recuperato la refurtiva. Fortunatamente solo dei tentativi di furto che non hanno provocato ingenti danni, considerato che a Settembre all’interno di Villa Cerami in pieno giorno una banda di malviventi aveva provato a scassinare il Bancomat installato nell’area esterna del Seminario Giuridico, causando il panico tra gli studenti e il corpo docenti presenti nel cortile. Un problema, quello della sicurezza, mai risolto e che si ripresenta in diverse modalità. A Gennaio furono molte le segnalazioni nelle quali si denunciava una serie preoccupante di furti di motorini in via Crociferi. In quell’occasione, furono le associazioni studentesche a denunciare questi episodi, chiedendo al Dipartimento un sistema di videosorveglianza esterno da installare nell’area esterna.

Roberto Pennisi, direttore del Seminario Giuridico spiega: “In quest’ultimo periodo abbiamo subito due tentativi di furto all’interno dei locali del Dipartimento, grazie però all’intervento delle forze dell’ordine i malviventi sono stati subito arrestati. Il sistema di allarme interno, infatti, permette di comunicare ai militari le incursioni di ignoti all’interno dei locali. I tentativi di furto sventati sono la prova di un sistema di sicurezza che funziona – Pennisi prosegue – Le incursioni notturne a Villa Cerami non devono allarmare gli studenti, a loro viene rivolta grande attenzione”.

Alle dichiarazioni di Pennisi replica il consigliere di Dipartimento Sebastiano Flaminio di Azione Universitaria, che commenta: “Noi registriamo già da alcuni mesi diverse incursioni, la rapina al Bancomat a Settembre, i furti di motorini successivamente in via Crociferi hanno indotto l’associazione a chiedere maggiori controlli nell’area di Villa Cerami”. Alle parole di Flaminio si aggiungono quelle della collega Lara Lorefice che spiega: “Siamo preoccupati di questi tentativi di furto all’interno dei locali. Le denunce che avevamo fatto a Gennaio forse sembrano non essere state ascoltate, per questo ribadiamo la volontà di avviare una collaborazione tra Ateneo e Comune di Catania affinché si individuino le misure necessarie per garantire la sicurezza a tutti gli studenti”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php