Live Sicilia

Una epurazione senza responsabili

Ragalna, mattanza di cani
Terzo randagio avvelenato

VOTA
5/5
2 voti

cani, Ragalna, randagi avvelenati, Cronaca
RAGALNA. Il numero dei randagi avvelenati sarebbe salito a tre. Quello rinvenuto morto in via Dottor Squadrito a Ragalna sarebbe, infatti, solo l’ultimo di una sequela di cani ai quali sarebbero stato servito del mangiare avvelenato: forse delle polpette intrise di veleno. Ieri il rinvenimento del terzo randagio stecchito: i precedenti due cani avrebbero trovato la morte nei giorni scorsi. In paese da qualche tempo era scattato l’allarme a proposito di un branco di randagi che circola per il centro del paesino pedemontano. Nove in tutto o forse qualcuno in più: e così, c’è chi li ha visti come una minaccia alla propria incolumità. La soluzione è stata trovata immediatamente. Avvelenandoli. Che siano stati uccisi sarebbe fuori discussione. Stomaco gonfio e schiuma che fuoriesce dalla bocca: una fine atroce, fatta di tanta sofferenza.

In vita rimarrebbero almeno sei dei nove randagi “accusati di circolare pericolosamente” per le vie del centro: ma la giustizia fai-da-te di così vile bassezza fa ampiamente riflettere sul concetto stesso di crudeltà. Per la cronaca, all’incirca cinque anni, a Ragalna nei pressi di piazza Rocca si verificarono un paio di fatti analoghi. E la storia, anche questa volta, si ripete brutalmente.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php