Live Sicilia

16-6 contro l'Ortigia

La Geymonat vince il derby
Aiello: gol a 13 anni!


Articolo letto 1.379 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, geymonat orizzonte, ortigia siracusa, pallanuoto femminile, Sport
CATANIA. La Geymonat Orizzonte Catania si riaffaccia al campionato conquistando una netta vittoria nel derby contro la IGM Ortigia, battuta 16-6 nella quattordicesima giornata della Serie A1 femminile di pallanuoto. Le catanesi dominano il match sin dall’inizio, conquistando il primo tempo con il punteggio di 7-2, e chiudono definitivamente la partita già a metà gara, vincendo 4-1 il secondo parziale. All’inizio del terzo tempo però accade qualcosa che fa esplodere di gioia i tifosi presenti sugli spalti della piscina di Via Zurria. Martina Miceli fa entrare in vasca Giulia Aiello, classe ’99 che non ha ancora compiuto quattordici anni, convocata dal coach rossazzurro per la prima volta in prima squadra. Passano quattro secondi, la “baby numero nove” della Geymonat Orizzonte Catania si avvicina alla porta avversaria, riceve il suo primo pallone, alza gli occhi e tira, disegnando una traiettoria imparabile per il portiere delle siracusane che le vale subito il primo goal in Serie A1, con cui infrange tutti i record d’età. Nel tripudio generale a completare la festa ci pensa l’ingresso in vasca di Isabella Riccioli, classe 2000 che non ha ancora dodici anni, che lotta come una tigre su tutti i palloni e sfiora a sua volta la rete. Il terzo tempo si conclude così sul 3-1 per le catanesi, mentre l’ultimo parziale finisce 2-2 con i tifosi che fanno a gara per abbracciare e complimentarsi con le due promesse della pallanuoto etnea, cresciute a regola d’arte da Martina Miceli, eccellente coach della prima squadra e coordinatrice di lusso del Settore giovanile della Geymonat Orizzonte Catania.

A fine partita è proprio il coach delle catanesi a commentare per prima la netta vittoria sull’Ortigia: “Gli obiettivi e gli organici avevano un divario troppo ampio – dice Martina Miceli – ma noi siamo andate in vasca con il massimo rispetto per le nostre avversarie. Abbiamo giocato una buona partita e mi ritengo abbastanza soddisfatta, soprattutto in previsione della Final Four di Coppa Italia a cui teniamo tantissimo. Qualcosa da migliorare c’è sicuramente, ma oggi voglio soffermarmi sull’emozione che mi ha regalato l’esordio di Giulia Aiello ed Isabella Riccioli, con la prima che è addirittura andata a segnare subito il suo primo goal in serie A1 e la seconda che ha dimostrato immediatamente perché a livello giovanile la considerano già una mancina terribile. Oggi per noi è davvero una grande festa e questo successo va dedicato a loro e alle compagne di queste due giovanissime promesse della pallanuoto, perché sono convinta che il lavoro paga e presto saranno protagoniste dell’Orizzonte del domani. Adesso ci concentriamo sulla Final Four di Coppa Italia, provando a confermare il successo dell’anno scorso e cercando quindi di portare a casa il primo titolo stagionale, ben sapendo che siamo in corsa anche per lo scudetto e che anche se non dovesse andare come speriamo resteremo comunque in corsa per il campionato, perché lottare sempre per la vittoria fa parte del nostro DNA. Domani partiamo per Roma e quindi voglio fare gli auguri di Buona Pasqua a tutti i nostri tifosi, chiedendo loro di pensarci con il consueto affetto anche durante questa festività mentre saremo in vasca per cercare di aggiungere un altro successo alla nostra bacheca”.

Anche il Presidente delle rossazzurre concentra il proprio pensiero sull’impegno in Coppa Italia, tracciando le linee guida per il cammino in campionato: “Oggi abbiamo dimostrato che siamo in forma – dice Nello Russo – e questo lo dobbiamo sicuramente alla forza del gruppo e all’ottimo lavoro di Martina Miceli, che viene esaltato pure da questa partita anche dagli splendidi risultati ottenuti con le giocatrici più giovani. Andiamo a Roma con la consueta caparbietà, poi torneremo a concentrarci sul campionato. I veri sportivi affrontano gli impegni e gli obiettivi uno per volta ed è proprio ciò che faremo pure noi”. Il General Manager della Geymonat Orizzonte Catania rivolge invece un pensiero alla squadra avversaria: “Devo ammettere – dice Giuseppe La Delfa – che da siciliano fa male vedere una squadra come l’Ortigia così in difficoltà, soprattutto perché ricordo con nostalgia i tanti derby giocati con loro negli ultimi dieci anni. Sicuramente per loro questo è il momento più duro dell’ultima decade, ma mi auguro davvero di rivedere prima possibile questa squadra ai livelli di un tempo”.

 

IL TABELLINO DELLA PARTITA:

Geymonat Orizzonte Catania-IGM Ortigia: 16-6

Geymonat Orizzonte Catania: Ricciardi, A. Musumeci 1, Garibotti 3, Radicchi 1, Di Mario 4 (1 rig.), R. Aiello, Palmieri 1, Marletta 2 (1 rig.), G. Aiello 1, M. Musumeci, Dursi, Perreault 3, Riccioli. All. Miceli.

IGM Ortigia: Ignaccolo, Vitaliti 2, Cassone, Sparacio 2, Apilongo, Battaglia 2, Sipala, Gottardi, Circo, Amodeo. All. Baio.

Arbitri: Busacca e Scollo

Note: parziali 7-2, 4-1, 3-1, 2-2. Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Orizzonte 2/4 +2 rigori, Ortigia 2/10. Spettatori 200 circa.

La Geymonat Orizzonte Catania giocherà la propria semifinale di Coppa Italia Venerdì 29 Marzo 2013 contro la NGM Firenze.

Questo il quadro completo della Final Four di Coppa Italia:

Venerdì 29 Marzo

Plebiscito Padova-Rapallo alle 17.30

NGM Firenze-Geymonat Orizzonte Catania alle 19

Sabato 30 Marzo

Finale terzo posto alle 13

Finale primo posto alle 15


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php