Live Sicilia

Parla il giovane difensore etneo

Bellusci pronto a tutto
Come il suo Catania


Articolo letto 1.246 volte
VOTA
1/5
1 voto

bellusci, catania calcio, serie a, Sport
TORRE DEL GRIFO (Mascalucia). Giuseppe Bellusci è pronto a fare la sua parte anche nella partita più importante dell’anno, quella cioè che sabato prossimo metterà di fronte Lazio e Catania con in palio punti pesantissimi per la qualificazione europea. Il giovane difensore, ex Ascoli, si è guadagnato la ribalta a suon di prestazioni di livello, contrassegnare da grinta e volontà da vendere. “Sono abbastanza soddisfatto della mia stagione – ha sottolineato Bellusci - e punto sempre a migliorare il mio rendimento. Faccio di tutto per dare sempre il massimo in campo ed è presto per parlare del mio futuro. Naturalmente dipenderà anche dalla società e dalle prospettive che mi proporrà. Sono giovane, ambizioso e qui a Catania sto bene. Se riusciremo a centrare l’Europa, naturalmente gli scenari potrebbero cambiare ma di tutto ciò avranno modo di parlare la dirigenza ed il mio procuratore”.

- Anche se in occasione della recente amichevole contro le Vecchie Glorie ti sei trasformato in “goleador” segnando una doppietta, è in difesa che riesci ad adattarti a tutti i ruoli, sempre con profitto.

“L’adattabilità dipende da quel che chiede l’allenatore. Io posso ricoprire più ruoli, sia nel modulo a tre che a quattro, indipendentemente dalla posizione Così, peraltro, ho maggiori possibilità di giocare. Tuttavia. Preferisco agire da “centrale”: a destra come a sinistra io mi sento un po’… stretto”.

- Nei tuoi sogni, c’è la maglia Azzurra?

“Si, penso di essere pronto per la Nazionale. E’ un traguardo che arriverà se riuscirò a mantenermi su buoni livelli di rendimento e ad acquisire sempre maggiore esperienza”.

- Ti aspettavi un Catania da…primi posti?

“Sin dall’inizio della stagione ho avvertito un’aria positiva, diversa da quella degli altri anni. Un’energia positiva, coinvolgente. La società ha mantenuto un blocco unito, senza smantellare la squadra: giochiamo praticamente a memoria”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php