Live Sicilia

PRIVATIZZAZIONE FONTANAROSSA

Battiato: "Scalo in svendita"
Sac: "Notizie infondate"


Articolo letto 2.488 volte
VOTA
0/5
0 voti

aeroporto, battiato, fontanarossa, sac, Economia

Franco Battiato



CATANIA - L'aeroporto non è in vendita. I vertici della Sac, questa volta, vogliono mettere a tacere una volta per tutte le voci su una trattativa (a fari spenti) sulla privatizzazione di Fontanarossa. Il presidente della Sac Enzo Taverniti e l'amministratore Gaetano Mancini avevano più volte, anche attraverso le pagine di LiveSiciliaCatania, smentito notizie e indiscrezioni totalmente infondate tirate fuori dal cilindro da diversi esponenti politici, l'ultimo in ordine di tempo dall'autonomista ed ex sottosegretario ai Trasporti Pippo Reina. L'ipotesi svendita era stata anche al centro di un incontro a Palazzo degli Elefanti convocato dal sindaco Raffaele Stancanelli dopo il declassamento da Core a Comprehensive dello scalo etneo. Oggi però da Bruxelles è arrivata la dichiarazione forte e amara dell'assessore regionale al Turismo Franco Battiato che ha portato i vertici Sac ad assumere posizioni che non lascino adito a nessun dubbio.

Enzo Taverniti



Come una doccia fredda le agenzie hanno battuto le esternazioni del cantautore che non potevano certo far rimanere in silenzio Mancini e Taverniti. "L'aeroporto di Catania e' il terzo in Italia per traffico, - dichiara Franco Battiato ma adesso e' in svendita. Questa gente va cacciata, e' una cosa inaccettabile". La risposta, come detto, non lascia adito ad alcuna interpretazione e alcun chiaroscuro. E' netta. "Desideriamo rassicurare l’assessore Battiato sul fatto che l’aeroporto di Catania non è in vendita. Anzi - ribadiscono Mancini e Taverniti - possiamo dire con chiarezza che il management è proprio contrario alla vendita. E possiamo anche affermare che gli enti soci, ai quali compete la decisione sulla vendita delle azioni, per la maggior parte rappresentati da commissari nominati dalla giunta regionale siciliana, sono anch’essi, almeno per quanto ci risulta, contrari alla privatizzazione".

Contrari alla privatizzazione, anche perché la Sac è un'azienda sana e l'ingresso di capitale privato non è necessario in quanto "può vantare bilanci con importanti utili, sufficienti a non dovere ricorre alla vendita per l’accesso ai capitali necessari per gli investimenti. Quindi nessun allarme".

Gaetano Mancini



L'ad e il presidente della Sac, nel comunicato, danno una tiratina d'orecchie agli organi di informazione, che avrebbero indotto Battiato a pensare che l'ipotesi vendita non era solo un'indiscrezione. Per dovere di cronaca pubblichiamo la nota inviata dalla Sac. "Ciò premesso per dovere di chiarezza, immaginiamo però che l’assessore possa essere stato indotto a pensare diversamente dai ripetuti interventi che si sono susseguiti in questi ultimi giorni sull’argomento. Rispetto a questi ultimi è allora opportuno sottolineare che la Sac, per quanto non quotata, subisce certamente l’effetto negativo di notizie “price sensitive” infondate, come appunto quelle sulla presunta vendita di quote azionarie".

La Sac per evitare altri fraintendimenti vigilerà su quanto diffuso dalla stampa e se fosse necessario si rivolgerà alla magistratura. "D’ora in avanti sarà - scrivono Mancini e Taverniti - quindi cura della Sac valutare l’entità di eventuali danni derivanti dalla circolazione di simili voci e, nel caso, adire le vie legali a tutela degli interessi della proprietà, anche cominciando da un esposto alla Procura della Repubblica rispetto le ripetute voci di vendita dell’aeroporto diffuse sulla stampa negli ultimi mesi".

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php