Live Sicilia

AL Palazzo Platamone

Domenica ultimo giorno per la meditazione


Articolo letto 1.748 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, paola maugeri, yogafestival, Zapping
Catania – Aperto venerdì sera con il saluto del sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, la presentazione di tutti i maestri e la coinvolgente esibizione di Bollywood Dance del gruppo di danzatrici di Maya Devi, il festival è entrato nel vivo: centinaia sono gli appassionati che hanno scelto lo YogaFestival Catania, terzo polo in Italia con Milano e Roma, per una grande festa nel nome del benessere che si tiene fino a domanica al Palazzo della Cultura.

La giornata di sabato del festival ha registrato anche la presenza dell’attrice Donatella Finocchiaro: “Sono contenta che anche a Catania si tenga uno festival dello Yoga – ha dichiarato -. Io pratico da alcuni anni, oggi forse un po’ meno per i tanti impegni di lavoro. Lo yoga mi ha cambiato la vita, mi ha aiutato a venir fuori da un periodo difficile della mia vita, un periodo di forti ansie, non respiravo bene, Lo yoga mi ha aiutato per il mio mestiere, è stato importante per me passare da un “mezzo respiro” ad un respiro completo, profondo. Lo yoga ti permette di controllare le emozioni e questo per un attore è fondamentale”.

Prodotto dall’Associazione Culturale OEB– associazione diretta da Wanda Vanni che è presidente della Federazione Mediterranea Yoga - in collaborazione con Associazione TAO, già produttore di YogaFestival Milano e Roma, lo YogaFestival Catania terminerà domenica 24 marzo. Le attività prenderanno il via nella prima mattinata: dalle ore 8 alle ore 19 saranno tanti gli appuntamenti a cui non mancare.

E sarà la giornalista e speaker radiofonica Paola Maugeri, da anni appassionata di questioni ambientali e impegnata contro lo sfruttamento degli animali e per la diffusione di uno stile alimentare consapevole, la special guest dell’ultima giornata dello YogaFestival Catania. Il filo conduttore del grande evento dedicato agli appassionati di questa popolare e antica disciplina e ai suoi simpatizzanti, è la salute, i benefici dello yoga e il suo potere di riequilibrare l’individuo e prevenire i malanni. E’ in questo contesto di salute e benessere che Paola Maugeri domenica 24 marzo alle ore 12 incontrerà il pubblico per parlare della sua vita da vegana, prendendo spunto anche dal suo ultimo libro “La mia vita a impatto zero” edito da Mondadori.

Numerose le attività dell’ultima giornata dello YogaFestival. Anzitutto le otto free class, una ogni ora a partire dalle ore 10, tra cui segnaliamo quella delle ore 12 con il gruppo Ananada Assisi sulle tecniche di respirazione per l’autoguarigione e quella delle ore 15 di Alfio Cosatanzo che gestirà un incontro con il Mantra Yoga. Il programma dei seminari si aprirà alle ore 8 con “YogaxRunners” condotto da Tite Togni e proseguirà con un incontro dedicato a tutti gli amanti di yoga e pilates (alle ore 10) con “Vinyasa Flow ispirazione Anusara. Quando lo yoga incontra il pilates” di Paola Lucchesi. Alla stessa ora si potranno approfondire tecniche yoga con Philippe Djoharikian o partecipare all’incontro con Antonio Morandi dal titolo “Ayurveda e yoga: scienze vediche per la guarigione e l’autorealizzazione”. Durante questo incontro verranno esplorati i punti di contatto fra yoga ed ayurveda, la loro reale possibilità di integrazione al fine di raggiungere un percorso terapeutico armonico ed equilibrato. In particolar modo verranno delineate le tecniche pratiche di cui l’ayurveda si serve nel promuovere e mantenere la salute, intesa nel senso più globale del termine.

Alle ore 11 Barbara Woehler terrà un seminario di grande interesse per tutte le donne: “Yoga e donna, la forza dell’energia femminile. Come riconoscere il proprio potenziale”, un incontro che mira ad aiutare le giovani a superare i disagi premestruali offrendo l’opportunità di cogliere l’alternanza mensile collegata ai cambiamenti ormonali e abbinata alle fasi della luna. L’antica pratica dello hatha yoga può aiutare a stare meglio con se stesse, aiuta la donna ad affrontare un percorso di purificazione che deve necessariamente essere psicologica oltre che fisiologica. L’incontro è rivolto a donne di ogni età perché affronta non solo i disagi pre-mestruali ma anche quelli della pre-menopausa, entrambe forme di resistenza all’accettazione delle transizioni.

Allo YogaFestival non ci annoia mai, anche se non si pratica yoga. Il pubblico, infatti, può approfittare dei numerosi stand allestiti per richiedere brevi consulti o provare massaggi e trattamenti light nell’area Olistica, dove scuole e centri professionali sono a disposizione del pubblico per illustrare la loro attività; ma si può anche entrare in contatto con le scuole e centri di Yoga, Ayurveda e discipline olistiche, a disposizione del pubblico per fornire delucidazioni e presentare i loro corsi e programmi.

Il programma dello YogaFestival di domenica 24 marzo prevede nel pomeriggio numerosi seminari aperti a tutti (ovvero anche principianti volenterosi e attenti o anche con una leggera infarinatura di yoga). Alle ore 14.30 inizieranno tre seminari: “Mantra yoga- Ichra, il matra come percorso evolutivo tre dell’uomo” di Rosanna Rishi Priya; “Prana e Flow yoga. Risveglio primaverile” di Anna Inferrera; e “Anusara yoga. L’alchimia della forma” di Piero Vivarelli.

Il pomeriggio dello YogaFestival continuerà all’insegna delle arti marziali, alle ore 15 special event di Paolo Consoli, allievo di Master Tung Kai Ying e Anya Meot, “Alla scoperta del Tui Shou- Tai Chi” - un metodo di allenamento che consente di sviluppare e mettere in pratica qualità peculiari del Tai Chi, quali la fermezza unita alla cedevolezza, in modo da squilibrare e battere l’avversario con il minimo sforzo - e si proseguirà con un’ulteriore sessione dedicata allo yoga della risata per concludersi con “Tradizione Van Lysebeth. Alla scoperta del pranayama e del prana vidya” di Antonio Nuzzo e “Cristal sound. Attivazione cristallina del potenziale creativo e vitale”. Quest’ultimo seminario è condotto dalla naturologa Myra Luce Panascìa, consulente di stile di vita ed esperta in tecniche vibrazionali, che ha creato un programma che include la tecnica di rilassamento attraverso il Suono dei Cristalli. Il suo seminario allo YogaFestival Catania guiderà i partecipanti verso una purificazione vibrazionale che ri-attiva e ri-allinea il sistema corpo-mente-emozioni-anima.

Negli spazi dello YogaFestival è ancora possibile visitare la mostra fotografica “Vedere, crescendo a colori”, a cura di Georgia Nuzzo, un’esposizione di immagini che inducono alla meditazione e alla concentrazione. Ingresso con tessera associativa euro 5, valida per i tre giorni; programma completo su www.yogafestival.it.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php