Live Sicilia

Riesplode la protesta

La lunga notte dei Forconi
Ferro: "Crocetta fermi subito procedure Serit"


Articolo letto 10.077 volte
VOTA
4.2/5
14 voti

agricoltori, autostrada, benzina, blocchi, casello san gregorio, forconi, protesta

Le prime file a San Gregorio



SAN GREGORIO (Catania). Scattano i blocchi dei Forconi. “Grazie Crocetta: la Sicilia si paralizza”, è questo lo slogan che i manifestanti si sono dati dal pomeriggio di oggi paralizzando, di fatto, alcuni dei principali caselli autostradali dell’isola. Tra questi, c’è anche quello di San Gregorio dove il leader dei Forconi, Mariano Ferro si è diretto in queste ore.

 

08:45 Mariano Ferro conferma l'inizio di un braccio di ferro con la Regione. Possibili disagi per gli automobilisti

02:40 La situazione sembra tranquilla, ma per la giornata di oggi è stata annunciata la prosecuzione delle proteste.

22:30 Momenti di tensione tra automobilisti inferociti e alcuni Forconi

Ore 21.35. La protesta prosegue. I mezzi pesanti vengono fatti fermare per circa cinque minuti sul lato destro della carreggiata e poi fatti ripartire. Si proseguirà così da qui alle prossime ore: in attesa che venga definita una vera e propria strategia comune.

I primi rallentamenti



Ore 21.15.Il leader dei Forconi, Mariano Ferro, si trova nella Questura etnea per illustrare i termini delle loro manifestazione dopo gli inattesi sviluppi palermitani. I manifestanti, al momento all'incirca 50 persone, stanno distribuendo volantini agli automobilisti che imboccano il casello autostradale: rallentamenti evidenti a tutto il traffico veicolare. Ed entro questa sera, i manifestanti terranno un summit per decidere come proseguire nell'azione di protesta.

Ore 20. All’imbocco della Catania-Messina è già caos. E così, dopo il volantinaggio cominciato lo scorso 11 marzo, oggi è arrivata l’azione energica e che tutti speravano potesse essere scongiurato. Così, però, non è stato. Alla base della protesta, il fatto che la delegazione del movimento sia stato ricevuto dal governatore Crocetta a Palermo.

“Abbiamo tentato sino all’ultimo in modo responsabile di raggiungere un obiettivo: quello di non creare disagi – spiega a Livesiciliacatania uno dei portavoce dei Forconi, Francesco Crupi -: la gente non è più disposta a tornare indietro. Adesso, se Crocetta vuole saremo noi che lo riceveremo a Catania”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php