Live Sicilia

E' ANCORA EMERGENZA

Cenere, a Santa Venerina
scuole chiuse anche oggi


Articolo letto 1.696 volte
VOTA
3.1/5
7 voti

emergenza cenere, enrico pappalardo, etna, santa venerina, Cronaca
Santa Venerina – Santa Venerina,uno dei territori più colpiti dalla pioggia di cenere avvenuta sabato tra le 19 e le 20, ha attivato da subito la macchina degli interventi. L'ingente pioggia di pietrisco vulcanico ha da subito evidenziato la gravità della situazione,così l'amministrazione ha subito provveduto ad avviare le comunicazioni da parte del Dirigente Ing. Rosario Arcidiacono al dipartimento regionale della Protezione civile, sede di Palermo e Sant'Agata li Battiati, alla provincia ed alla prefettura di Catania.

“Si è provveduto con due automezzi – dice il sindaco Enrico Pappalardo – uno della polizia municipale ed uno della protezione civile comunale ad un capillare controllo del territorio per verificare danni e rassicurare la popolazione in merito alla macchina dei soccorsi, già in serata – continua il sindaco – si sono predisposte le ordinanze sindacali per l'attivazione del C.O.C e la chiusura delle scuole 18 e 19 marzo,inoltre con ulteriori ordinanze dirigenziali, si è provveduto alla chiusura dei cimiteri per i giorni di domenica e lunedi nonché per il divieto di circolazione dei veicoli a due ruote”.

Durante tutta la giornata di domenica, coordinati dall'assessore alla protezione civile Angelo Musmeci, tecnici ed operai comunali, hanno provveduto ad alcuni urgenti interventi di pulizia di alcune zone del paese anche con l'ausilio di alcuni mezzi messi a disposizione dalla provincia di Catania e di una ditta locale che è intervenuta gratuitamente con propri mezzi ed operai.

Nel contempo i volontari del gruppo comunale di Protezione civile e della croce rossa italiana, hanno presidiato il Coc ed effettuato distribuzione di mascherine alla popolazione su tutto il territorio comunale.

Per quanto riguarda la sicurezza sulla viabilità ha visto l'assidua presenza delle pattuglie della polizia municipale.

Nel tardo pomeriggio il sindaco ha potuto riferire la situazione al prefetto di Catania che ha convocato una riunione urgente per sentire i sindaci del comprensorio interessato dai fenomeni vulcanici.

Tutto il territorio comunale è stato interessato da una capillare operazione di pulizia sia delle scuole che delle piazze e strade a cura del personale dei mezzi della Provincia e del comune e un invito alla popolazione attraverso vari canali di informazioneo nline, relativamente alla cautela sanitaria per le persone affette da problemi respiratori e sulle modalità di stoccaggio dei sacchetti di sabbia da lasciare ordinatamente a ridosso dei marciapiedi al fine di consentire il rapido recupero e stoccaggio nell'apposita area individuata.

Il sindaco invita la popolazione a collaborare per il superamento di questo momento di difficoltà per il paese ringraziando tutti coloro che da subito hanno iniziato la pulitura di marciapiedi e tratti di strada dimostrando senso civico ed attaccamento al proprio paese.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php