Live Sicilia

PIANO PROVENZANA

Piste riaperte nonostante la cenere
A sciare, però, erano in pochi


Articolo letto 1.257 volte
VOTA
0/5
0 voti

etna, Piano Provenzana, sci, Cronaca

Piste a Piano Provenzana



CATANIA - Piste aperte a Linguaglossa e senza lunghe attese di risalita. A 10 giorni dallo stop dettato dall’incombere della pioggia vulcanica, ieri, gli impianti di Etna Nord sono tornati nuovamente a funzionare. Strutture aperte, dunque, in entrambi i versanti anche se il bilancio di questa prima domenica non sembra dei migliori. “Abbiamo ripreso – spiega a Live Sicilia Catania Diego Cunsolo, maestro della Scuola Italiana Sci Linguaglossa – l’attività rimasta in sospeso a causa della cenere trasportata dal vento in direzione nord. Dopo il lavoro di battitura la condizione delle piste appare migliorata, complici le nevicate degli ultimi giorni. Ciò nonostante, al momento, la neve si presenta distribuita in maniera disomogenea: bene assortite Monte Conca e Coccinelle, un po’ meno le aree più basse sotto i cingoli dei gatti, in cui si nota la presenza di materiale piroclastico. Se in alcuni punti lo spessore del manto nevoso raggiunge infatti i 40 cm, in altri appena la metà”.

Il destino della stagione sciistica sull’Etna, anche stavolta, è nelle mani delle condizioni meteorologiche. “Abbiamo notato un’affluenza minore – dice Diego Cunsolo - forse dovuta al fatto che molti non erano ancora a conoscenza della riapertura degli impianti. L’anno scorso siamo riusciti a sciare sino al 15 aprile, speriamo che anche stavolta sia possibile. Dipenderà tutto dalle temperature delle prossime settimane. Grazie alla riapertura, intanto, sono ripresi i corsi individuali e di gruppi per chi ha voglia di cimentarsi con lo sci o per chi desidera semplicemente perfezionare la propria tecnica. Le belle giornate stanno consentendo, inoltre, il completamento del progetto realizzato in collaborazione con 5 istituti della provincia di Catania che coinvolge circa 300 ragazzini provenienti da scuole elementari e superiori. Progetti del genere sono fondamentali per promuovere nei bambini l’amore per uno sport sano e a contatto con la natura”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php