Live Sicilia

Al via forum "Dedicato ai cittadini"

Uil, Angelo Mattone:
"Arginare lo spread sociale"


Articolo letto 1.294 volte
VOTA
0/5
0 voti

Angelo Mattone, Catania, spread, uil, Economia
CATANIA - “Lo spread che ci preoccupa di più è quello sociale. Il divario tra pochi ricchi e sempre più poveri cresce, di giorno in giorno. Nel silenzio generale. La Uil di Catania, quindi, ritiene doveroso ascoltare i cittadini per trasformare, poi, disagi e richieste in idee e proposte che questo sindacato metterà come sempre a disposizione di istituzioni politiche e parti sociali. Vogliamo provare a far breccia nel muro che divide i Palazzi da strade, case, piazze e luoghi di lavoro. Sentiamo il dovere, oggi più che mai, di essere strumento e voce della gente. Il forum pubblico Dedicato ai Cittadini è non soltanto programma di cambiamento radicale, a partire dalla nostra stessa organizzazione, ma anche progetto alternativo alle storture di una visione verticistica della politica e del sindacato”.

Angelo Mattone, segretario della Uil di Catania, spiega così le ragioni del forum “Dedicato ai Cittadini” che si terrà domani  con inizio alle 16 nella sala congressi di Palazzo Esa a Catania. Saranno presenti il segretario regionale Claudio Barone e tutto il gruppo dirigente della Uil etnea, anche loro “in ascolto” di lavoratori, precari, disoccupati, giovani e pensionati: “Questo – spiega Mattone – è il primo passo di una strada, certamente lunga e pietrosa, che dovrà condurci verso altri lidi, dove la determinazione di ciascuno potrà essere davvero esercitata attraverso l'esternazione delle proprie idee. Vogliamo aprirci alle richieste di nuovi modelli del mercato del lavoro, all'introduzione della cultura del merito per liberare la nostra società dalle catene del clientelismo e della corruzione, per affermare il principio di Cittadinanza Attiva. La Uil di Catania, quindi, introdurrà non soltanto la streaming tv in tutte le riunioni degli organismi e in tutte le occasioni delle trattative sindacali, ma costruirà, attraverso una piattaforma informatica, un costante raccordo con i cittadini, con i giovani disoccupati, i precari, che siano o no iscritti alla Uil. Le decisioni, che poi costituiranno la linea della Uil, saranno frutto di questo continuo, diuturno, scambio di idee condotto attraverso il blog del Sindacato dei Cittadini”.

Angelo Mattone chiede soprattutto un contributo di idee a quanti soffrono la crisi e non riescono a far sentire la propria voce. Molti ormai al di sotto della soglia della povertà: “Per uscire dalla genericità delle definizioni tecniche – afferma il leader della Uil etnea – sia chiaro che, quando parliamo di soglia della povertà, facciamo riferimento a centinaia di famiglie catanesi ormai incapaci di portare a tavola giornalmente pranzo e cena, assicurare il riscaldamento minimo alla propria abitazione, garantirsi le cure sanitarie più elementari ! Tra costoro, peraltro, rientrano in misura crescente lavoratori con occupazioni saltuarie e cassintegrati mentre leggiamo dal Rapporto Caritas come sia adesso una regola, a differenza anche del recente passato, la presenza di pensionati e casalinghe che chiedono aiuto all’organizzazione assistenziale per un pasto, un tetto, un farmaco”. “A proposito di Cassa integrazione – continua il segretario Uil – riteniamo utile ricordare alcuni dati resi noti dall’Ufficio Studi nazionale della nostra organizzazione sindacale che fotografano il dramma occupazionale e sociale di questa provincia.

Cresce, infatti, la Cig straordinaria e s’impenna quella in deroga. Ciò significa che molte imprese hanno deciso di chiudere, rinunciando persino a tentare una ristrutturazione aziendale per sopravvivere sul mercato. Ma soprattutto ciò indica che un numero sempre più consistente di lavoratori con le loro famiglie sono costretti oggi a tagliare il proprio tenore di vita, magari sotto l’incubo di mutui per la casa e altri prestiti contratti negli anni, e vivono il futuro come un incubo ormai dietro l’angolo”. “Dinanzi a tutto ciò – conclude Angelo Mattone – non a caso la Uil di Catania ha voluto aggiungere Cambiare per Sopravvivere nel titolo del forum Riservato ai Cittadini che ha promosso per domani. A chi può, pubblico o privato poco importa, chiediamo infatti un radicale cambiamento di stile e comportamenti perchè una provincia, un Paese, possano sopravvivere”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php