Live Sicilia

SANITA'

Ospedale di Giarre
Sopralluogo del deputato Vullo


Articolo letto 2.978 volte

Catania, Cronaca, Gianfranco Vullo, giarre, Ospedale di Giarre, sanità, Cronaca

Ospedale di Giarre



GIARRE. Si torna a parlare delle problematiche dell’ospedale Sant’Isidoro di Giarre dove, stamani, si è recato in visita istituzionale il deputato regionale del gruppo “Democratici riformisti per la Sicilia” Gianfranco Vullo. Nei giorni scorsi il deputato, sotto la spinta del candidato sindaco del movimento civico “Per un’altra Giarre”, on. Salvo Andò, ha presentato all’Ars un’interrogazione sul nosocomio di via Forlanini. Oggi si è discusso dei problemi strutturali dell’edificio che hanno comportato l’inagibilità di numerosi locali.

“Questa è una struttura che la comunità ha atteso per tantissimi anni – spiega il deputato regionale - Solo per costruirla sono stati impiegati 30 anni e poi a partire dal 2002, quando è stata inaugurata, ha subito diverse sventure. La prima delle quali, come hanno rilevato i tecnici, quella causata dalle intemperie perché 30 anni di mancato utilizzo hanno causato numerosi danni. Noi chiediamo – prosegue l’on. Vullo - che il governo regionale, con l’assessore Borsellino e il presidente Crocetta, decida finalmente il futuro di questo ospedale che non appartiene solo alla comunità giarrese ma che serve almeno 60 o 70mila abitanti. Perdere questa struttura sarebbe un peccato sia per le risorse che sono state impiegate in questi anni ma anche per le professionalità che ci sono. Noi – dice ancora Gianfranco Vullo - non possiamo abdicare al nostro ruolo di deputati regionali e stare zitti quando quest’ospedale ogni giorno che passa si va sempre più spegnendo. Ora è venuto il momento di incidere sul governo regionale"

Fa ancora discutere il progressivo depauperamento dell’ospedale giarrese in favore del nosocomio acese, potenziato nel corso degli anni, nonostante la sua vicinanza con i centri d’eccellenza di Catania.

“Quello che è successo in questi anni – conclude ancora Vullo - è sotto l’occhio di tutti. Ora il governo deve decidere se questo ospedale va chiuso, cosa su cui naturalmente non siamo d’accordo, o ripotenziato. Questo è quello che chiederemo nei prossimi giorni”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php