Live Sicilia

la sentenza

Processo “Cicero”
Otto le condanne


Articolo letto 8.059 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, dda, Operazione
CATANIA - Si è chiuso ieri con otto condanne e nove assoluzioni il processo in primo grado nato dall’operazione antimafia “Cicero”. Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, avevano fatto luce su un sodalizio criminale operante nel comprensorio giarrese e ritenuto vicino al clan dei Santapaola. L’attività investigativa si era conclusa nel novembre del 2006 con l’emissione di 34 ordinanze di custodia cautelare in carcere. Tra i reati contestati, l’associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata alla commissione di estorsioni e al traffico di stupefacenti, numerosi reati contro il patrimonio e la violazione delle leggi sulle armi e sugli esplosivi.

Nel 2008 dieci imputati erano già stati condannati al termine del giudizio abbreviato. Ieri, i giudici della II sezione del Tribunale di Catania hanno inflitto la condanna più alta, 12 anni e 6 mesi, a Fabrizio Renna, 46 anni di Santa Venerina, per associazione di tipo mafioso e spaccio di stupefacenti. Queste le altre condanne: 6 anni per Attilio Carmelo Romano, 40 anni di Mascalucia; 5 anni per Angelo Andò, 31 anni di Giarre, Antonino Botta, 37 anni di Belpasso e Ibou Seck, 43 anni del Senegal; 4 anni per Sasha Greco, 31 anni di Riposto, Dario Scavo, 29 anni di Giarre; 2 anni per Antonino Finocchiaro, 44 anni di Acicatena.

Sono stati assolti Egidio Calderone, Agatino Guarrera, Orazio Paolo La Rosa, Angelo La Spada, Christian Salvatore Lavenia, Pietro Puglisi, Matteo Scilio, Francesco Vitale e Giuseppe Zappulla. Grande la soddisfazione espressa dai legali della difesa Enzo Iofrida, Giuseppe Di Mauro, Salvo Epaminonda, Lucia Spicuzza e Fabio Maugeri, per l’assoluzione dei loro assistiti.

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php