Live Sicilia

"Mago" Maran ci crede:
"Europa arriviamo"


Articolo letto 875 volte
VOTA
0/5
0 voti

catania calcio, maran, udinese, Sport
TORRE DEL GRIFO (Mascalucia). Le ultime due sconfitte consecutive contro Inter e Juventus non hanno scalfito l’entusiasmo rossoazzurro in prospettiva europea anche se – è innegabile - che resta il rammarico tangibile di non aver aggiunto qualche altro, meritato punticino alla sontuosa classifica sin qui costruita dalla squadra di Maran. Il tecnico, oggi in sala stampa per le consuete dichiarazioni pre-partita, ha ribadito l’intenzione di voler tornare quanto prima al successo sia per foraggiare il morale dei suoi giocatori che quello dei tifosi. Domani pomeriggio, nell’anticipo della 10^ giornata di ritorno, al “Massimino” arriva l’Udinese, rivale diretta in classifica per un “posto al sole” considerato che tallona la compagine etnea ad un sol punto di distacco. Quella friulana è notoriamente una compagine ostica e tale considerazione resta attuale a prescindere dalla sicura assenza del bomber Totò Di Natale, fermato da un infortunio ed indisponibile per la trasferta siciliana.

- Mister Maran, considera quello di domani uno spareggio per l’Europa?

“Credo che chi riuscirà a conquistare i tre punti… potrà sperare ancora di centrare la qualificazione all’Europa League. Anche perché quelle che stanno davanti …non aspettano di certo”.

- L’assenza di Di Natale è un vantaggio in più per il Catania?

“Non credo che sia determinante: anche senza il suo bomber, l’Udinese mantiene comunque una sua precisa identità di gioco e ci affronterà vantando le nostre stesse ambizioni. Le assenze, in una partita, fanno parte del gioco; anche noi abbiamo accusato spesso defezioni importanti ma non è mai cambiata la nostra mentalità”.

- Avrà nuovamente a disposizione Bergessio, Barrientos e Legrottaglie, oltre al recuperato Alvarez. Considerando la squalifica di Spolli, quello di domani sarà un Catania in formazione “quasi” tipo?

“Sono calciatori che hanno sempre fornito un grande apporto: Barrientos si è allenato già da qualche giorno mentre Bergessio si è allenato regolarmente soltanto oggi. Legrottaglie è pronto a recuperare il tempo perduto a causa del doppio turno di squalifica appena scontato. Vedremo… ma è certo che chiunque andrà in campo, darà –come sempre- il massimo per il bene del Catania. A secondo di chi potrò schierare dall’inizio, predisporrò il modulo che riterrò più adatto al tipo di avversario”.

- L’hanno fatta arrabbiare le recenti affermazioni di Guidolin, che si è detto infastidito dal fatto di essere preceduto in classifica dal Catania?

“L’allenatore dell’Udinese è una persona perbene: non voleva sicuramente provocare o stuzzicare. Giochiamo nuovamente sul nostro campo e ci aspettiamo il grande sostegno dei nostri tifosi che hanno apprezzato le prestazioni contro Inter e Juve".

- Se Bergessio non dovesse farcela dall’inizio, potrebbe essere Castro a giocare da prima punta, magari rispolverando Keko sulla fascia?

“Castro è in grado di farlo. E’ una delle soluzioni che abbiamo valutato in settimana. Ribadisco, comunque, che non è il modulo ma la mentalità che conta quando scendiamo in campo. All’Europa noi crediamo ancora”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php