Live Sicilia

L'inchiesta della Procura

Iblis, quattro a giudizio
con l'accusa di voto di scambio


Articolo letto 3.477 volte
VOTA
5/5
1 voto

aiello, barbagallo, Catania, d'aquino, di dio, iblis, procura della repubblica, Cronaca
CATANIA. Il Gup di Catania, Alessandro Ricciardolo, ha rinviato a giudizio per voto di scambio il geologo Giovanni Barbagallo, il 'pentito' Gaetano D'Aquino, e i boss Vincenzo Aiello e Rosario Di Dio. La prima udienza del processo sarà celebrata il prossimo 4 luglio davanti la terza sezione penale del Tribunale del capoluogo etneo. Il procedimento nasce da un filone dell'inchiesta Iblis per il quale è pendente il processo col giudizio abbreviato condizionato per l'ex presidente della Regione Raffaele Lombardo e l'udienza preliminare per suo fratello Angelo, ex deputato nazionale del Mpa. Il capomafia Vincenzo Aiello, è considerato 'reggente' della cosca Santapaola e uomo di collegamento con Cosa nostra palermitana, mentre Rosario Di Dio è il presunto boss di Ramacca (entrambi sono imputati nel processo ordinario Iblis); il geologo Giovanni Barbagallo (condannato a 9 anni e 4 mesi col rito abbreviato Iblis) è considerato il 'collettore' tra mafia, politica e imprenditoria; il collaboratore di giustizia Gaetano D'Aquino è un ex esponente della cosca Cappello, per il quale la Procura aveva chiesto l'archiviazione. Secondo l'accusa "in concorso tra loro e con il concorso morale di Angelo e Raffaele Lombardo nelle qualità di esponenti delle associazioni di tipo mafioso Cosa nostra i primi tre e il clan Cappello il quarto, in cambio di generiche promesse di aiuti ricevute dai fratelli Lombardo direttamente e per interposta persona per il rilascio di concessioni e di autorizzazioni, per l'aggiudicazioni di appalti, per l'elargizione di pubbliche erogazioni per assunzione di impieghi a favore di appartenenti (...) promettevano e somministravano denaro e altre utilità a più elettori per ottenere il voto in favore di Angelo Lombardo candidato alle elezioni politiche del 2008 alla Camera dei deputati e del Mpa di cui Raffaele Lombardo é leader politico".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php