Live Sicilia

Incasso in beneficenza

La partita rossoazzurra
Il Catania contro la sua storia


Articolo letto 2.438 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, Catania, vecchie glorie, Sport
CATANIA. Nell’anno migliore di sempre per il Catania in Serie A, in piena lotta tutt’ora per un posto in Europa, non poteva esserci connubio migliore per festeggiare i colori rossazzurri insieme ai grandi protagonisti del passato. Sabato 23 marzo, alle ore 15, lo stadio “Angelo Massimino” sarà teatro di una sfida epica tra il Catania di oggi e le vecchie glorie rossazzurre, in una festa griffata unicamente Calcio Catania. “I grandi protagonisti del passato incontrano i grandi di oggi”, così come recita lo slogan dell’evento, organizzato e fortemente voluto dalla società rossazzurra in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera ARNAS Garibaldi. Sarà al tempo stesso un evento di solidarietà: il ricavato, infatti, sarà interamente devoluto in beneficienza all’associazione NOVA OPERA ONLUS, impegnata da diverso tempo in uno dei paesi del Medio Oriente più disagiati come la Palestina.

La soddisfazione per la realizzazione di un evento unico per la città di Catania e per i suoi tifosi è stata espressa dall’amministratore delegato rossazzurro, Sergio Gasparin, che ha fatto gli onori di casa durante la presentazione: “Abbiamo raccolto subito l’invito dell’Arnas Garibaldi, perché oltre ad essere una grande festa tra presente e passato del Catania sarà anche un evento di carattere sociale e noi come Calcio Catania siamo sempre attenti alla solidarietà. Auspico di vedere uno stadio Massimino stracolmo dati anche i prezzi modici dei biglietti d’ingresso.” In effetti i prezzi sono più che abbordabili: 2€ il tagliando in Curva, 3€ in Tribuna B, 5€ in Tribuna A, sino ai 10€ per la Tribuna Elite.

In rappresentanza dell’Azienda Ospedaliera Garibaldi erano presenti il Commissario straordinario dell’Arnas, Angelo Pellicanò, peraltro ex arbitro di calcio, insieme al responsabile del settore comunicazione, Francesco Santocono. Pellicanò ha sottolineato ulteriormente l’aspetto benefico dell’iniziativa, dando risalto alla collaborazione con la società etnea: “Abbiamo sposato il progetto di una società calcistica d’eccellenza con quello di un’azienda ospedaliera altrettanto d’eccellenza. Il risultato non potrà che essere straordinario.”

Ben 26 i grandi ex del passato che hanno risposto presente e scenderanno in campo al “Massimino” il prossimo 23 marzo. Partendo da coloro i quali raggiungeranno Catania appositamente per la partita, ovvero l’indimenticato Catarutti, Crialesi, Borghi, Gennaro Monaco, Castagnini, Benincasa, Lulù Oliveira, Torrisi, la coppia d’oro Ciceri-Spagnolo e persino l’allenatore della promozione dell’83, Gianni Di Marzio, che insieme a Salvo Bianchetti guiderà le vecchie glorie dalla panchina. Tra i “catanesi”, di nascita e d’adozione, saranno presenti Orazio Russo, attuale team manager del Catania, Andrea Suriano, oggi alla guida dei Giovanissimi nazionali rossazzurri, Maurizio Anastasi, Maurizio Pellegrino, Pietro Tarantino, Leonardi, Chiavaro, Dal Poggetto, Picone, Bifera, Cicchetti, Spinesi, Crisafulli e lo storico massaggiatore del Catania Gino Maltese, che durante la presentazione ha raccontato tanti episodi inediti a cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’80. “Tanti ricordi mi legano ai colori rossazzurri – ha sottolineato proprio Gino Maltese – ho accettato con piacere questo invito da parte della società etnea che in passato non era mai arrivato. Continuo anche oggi a seguire il Catania con la stessa passione di allora, mi congratulo con il presidente Pulvirenti e con l’intera società, il Catania ha un gruppo eccezionale.”


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php