Live Sicilia

Sulla Rai

Presa Diretta, viaggio a Catania
Bonaccorsi: "Deficit ereditato"


Articolo letto 3.581 volte

danilo procaccianti, presa diretta, puntata comuni in dissesto, rai tre, riccardo iacona, Politica
CATANIA- Il buco di bilancio, i fitti passivi e la gestione del sindaco Raffaele Stancanelli saranno al centro della puntata di Presa Diretta dedicata ai comuni a rischio dissesto. 

Gli inviati della trasmissione hanno trascorso 15 giorni a Catania intervistando i protagonisti della fase amministrativa iniziata il giorno dopo delle elezioni comunali del 2008.

Rai Tre è andata a toccare con mano come vivono i catanesi, puntando l'attenzione sulle criticità e sui risultati della gestione di Raffaele Stancanelli.

Se da una parte non si contano gli immobili comunali abbandonati, dall'altra il Comune è impegnato nel pagamento di milioni di euro di fitti passivi. Una situazione che Stancanelli ha ereditato dalle precedenti gestioni, ma negli ultimi anni sono stati siglati nuovi contratti con le imprese facenti capo all'imprenditore Domenico Toscano.

Presa diretta ha visitato il palazzo delle Poste, che doveva essere ristrutturato con i finanziamenti dei 140milioni di euro destinati dal Cipe alla città. I fondi sono stati poi destinati a coprire i buchi di bilancio e l'immobile, che doveva ospitare gli uffici giudiziari, è rimasto semi-inutilizzato Il piano sotterraneo ospita gli autocarri della Multiservizi. Contemporaneamente, il Comune ha stipulato due contratti con il gruppo Toscano, uno dei quali prevede la destinazione dei locali seminterrati di via Guardia della Carvana al nuovo tribunale del Lavoro. Migliaia di avvocati e clienti dovrebbero ogni giorno recarsi in un seminterrato che si trova all'interno di una palazzina destinata a civile abitazione.

Il Comune ha già iniziato ad utilizzare l'immobile tanto che nel secondo piano sotto terra sono allocati i depositi degli atti giudiziari, che le telecamere di Presa diretta hanno sorpreso con le porte aperte e senza alcuna custodia. Anni e anni di fascicoli giudiziari lasciati completamente incustoditi.

Ma il lavoro d'inchiesta si è concentrato sui residui attivi e passivi del bilancio comunale, analizzando atti e intervistando i principali protagonisti della gestione finanziaria del Comune.

È questo l'argomento che potrebbe rivelare numerose soprese ai catanesi...e lo stile della trasmissione di Riccardo Iacona non ha mai deluso le aspettative.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php