Live Sicilia

ADRANO

Saccheggiata la Casa del Fanciullo
In manette ventenne e due minori


Articolo letto 2.399 volte
VOTA
0/5
0 voti

adrano, restivo, santo bambino, Cronaca

Fili elettrici bruciati per recuperare il rame



ADRANO - La Casa del Fanciullo continua a essere luogo di saccheggio e sciacallaggio. La polizia ieri ha sorpreso all'interno della struttura della Fondazione San Giorgio Gualtieri due minori, di 14 e 16 anni e Francesco Restivo, 23 anni mentre rubavano del materiale ferroso e del rame.

 

 

Materiale sequestrato raffigurante rame, ottone e alluminio



I tre avevano organizzato il furto con tutti i crismi: attrezzi, cesoie e strumenti. Non mancava nulla, quello che non si aspettavano era l'arrivo della polizia che li beccava con le mani nella "marmellata". Forse una distrazione: i poliziotti si accorgono che l'immobile, attualmente non utilizzato, di via Vittorio Emanuele era stata forzata ed era aperta. Un particolare che non sfugge agli agenti che con circospezione entrano e ispezionano palazzo e terreno. E proprio nelle aree esterne i poliziotti trovano i tre giovani intenti a spellare dei cavi elettrici bruciandone la guaina. I ladri alzano lo sguardo e accorgendosi dell'arrivo della polizia si danno alla fuga, che però termina con la cattura.

<p>Materiale sequestrato raffigurante rame, ottone e alluminio</p>



Nella Casa del Fanciullo gli agenti trovano altro materiale accatastato, tra cui oltre una cesoia anche sedie e poltrone di pregevole fattura. A una ispezione più accurata i poliziotti riescono anche a trovare dell’argenteria che era stata messa da parte attesa di essere portata via.

 

 

Sequestro di vari oggetti di argenteria



Restivo è detenuto in camera di sicurezza in attesa del rito in direttissima, i due minori sono stati trasportati nel centro di prima accoglienza di Via Franchetti.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php