Live Sicilia

parco dell'Etna

Fondi agricoli abbandonati
Ioppolo: "Grave danno"


Articolo letto 1.183 volte
VOTA
0/5
0 voti

Gino ioppolo, interrogazione, parco dell'etna, Politica
CATANIA – “Nel parco dell’Etna a causa della mancata adozione dei piani attuativi nelle cosiddette Zone C c’è il rischio che venga pregiudicato il mantenimento delle attività produttive tradizionali”. A lanciare l’allarme è il deputato regionale Gino Ioppolo, primo firmatario di un’interrogazione del Gruppo Lista Musumeci, rivolta all’assessore regionale Territorio e Ambiente ed a quello all’Agricoltura.

“I divieti sussistenti - sottolinea Ioppolo - in assenza di questi piani di attuazione, determinano un danno economico e un serio pregiudizio della vocazione turistica dei luoghi, non potendosi dotare di idonee strutture. Infatti, il dato allarmante è il verificarsi del fenomeno dell’abbandono dei fondi agricoli (noccioleti, frutteti e vigneti) che fino a qualche tempo addietro si estendevano sino ad alte quote, mentre adesso vengono totalmente abbandonati”.

Nell’interrogazione, il deputato del Gruppo Lista Musumeci chiede urgenti misure, per giungere brevemente all’adozione dei necessari strumenti urbanistici ancora mancanti, e iniziative concrete per risolvere la situazione di crisi che conduce all’abbandono dei fondi agricoli e che sta provocando “un grave pregiudizio alle finalità economico-sociali che la legge istitutiva dei parchi intende invece perseguire”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php