Live Sicilia

Effetti dell'eruzione

Cenere a Linguaglossa
Impianti momentaneamente chiusi


Articolo letto 1.711 volte
VOTA
0/5
0 voti

eruzione, etna, linguaglossa, sci, Cronaca
CATANIA - La breve ma intensa eruzione parossistica, per intenderci l’ottava nel giro di pochi giorni, sembra non aver risparmiato stavolta le piste da sci. In particolare, il versante di Linguaglossa. “La pioggia vulcanica – spiega a Live Sicilia Catania Dario Teri, ideatore di Etnasci.it – trasportata dal vento di scirocco si è diretta verso nord arrestando, momentaneamente, la possibilità di sciare nel versante settentrionale. Le piste risultano, infatti, ricoperte da uno strato di circa 5 centimetri di cenere che, se non ha causato danni economici dal punto di vista strutturale agli impianti, crea invece un blocco si spera temporaneo di tutte le attività ricettive e sportive gravitanti attorno al Vulcano.

Al momento, gli uomini della Star stanno già lavorando alla ripulita della baby pista e sembra sia possibile asportare lo strato superficiale di cenere creatosi. Probabilmente, nel giro di poche ore, sarà possibile quindi ritornare a sciare in quest’area, sperando sia possibile la ripulita anche del resto dell’impianto. Non è la prima volta che la pioggia vulcanica intacca Linguaglossa e siamo fiduciosi dato che, generalmente, il mese di marzo ad alta quota si è sempre contraddistinto per abbondanti precipitazioni e nevicate”. Nessun danno ad Etna Sud, intoccata dalla nube di cenere. Le piste rimangono aperte, dunque, a Nicolosi anche se la pioggia degli ultimi giorni sta generando uno scioglimento repentino della neve.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php