Live Sicilia

Verso la Juventus

La grinta di Nicolas Spolli:
"Siamo umili e ambiziosi!"


Articolo letto 1.114 volte
VOTA
5/5
1 voto

catania calcio, juventus, spolli, Sport
TORRE DEL GRIFO (Mascalucia). Nicolas Spolli è una della colonne portanti della difesa rossoazzurra e, probabilmente, ha il migliore affiatamento con il compagno di reparto Legrottaglie. Quest’ultimo, però, domenica scorsa era squalificato (lo sarà anche nel prossimo match contro la Juventus) e la retroguardia del Catania ha accusato qualche amnesia di troppo incassando tre gol in 40 minuti (dal 6° al 46° del secondo tempo) da un Inter che aveva chiuso la prima frazione di gioco con due gol sul groppone. Recriminazione a mille nell’ambiente rossoazzurro ma anche tanta voglia di riscatto dopo la recente debacle interna.

“Purtroppo quest’anno noi facciamo fatica a vincere le partite contro le squadre d'alta classifica –ha detto Spolli questo pomeriggio a Torre del Grifo- ma ormai è inutile recriminare. Altre volte siamo stati noi a rimontare il risultato mentre stavolta abbiamo subito il prepotente ritorno degli avversari. Nel secondo tempo non abbiamo retto come avremmo dovuto ma ormai è inutile voltarsi indietro. Semmai, facendo la giusta autocritica, potremo crescere cercando di non ripetere gli errori commessi”.

-Il Catania ha mancato il salto di qualità?

“Si può perdere, vincere o pareggiare; in queste ultime settimane ne ho sentite tante, dall’Europa League o, addirittura, alla possibilità di qualificarsi per la Champions League! Non dimentichiamoci che abbiamo raggiunto con grande anticipo la salvezza, il nostro primo traguardo, ma ora sembra che siamo… ultimi! Credo, invece, che sia necessario continuare a scendere in campo con tranquillità ed con umiltà. Non ci mancano certo le ambizioni ma non dobbiamo dare messaggi sbagliati ai tifosi”.

-Le assenze in difesa?

“Chi non gioca ha sempre ragione! Giocare sul centrodestra, come ho fatto contro l’Inter, non credo abbia influito più di tanto sulla mia prestazione. Ho già giocato altre volte lì e nel corso della settimana abbiamo anche provato con Rolin. Nel primo tempo è andato tutto bene: poi…un po’ meno. Mi assumo le responsabilità per la brutta prestazione del secondo tempo”.

-La Juventus è lanciatissima verso lo scudetto!

“Affrontare la capolista, per di più sul suo terreno, non sarà facile ma noi siamo un osso duro per tutti e faremo di tutto nel tentativo di portare a casa un risultato positivo”.

-L’Europa?

“Noi ci crediamo ancora ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra. Siano già artefici di un buonissimo campionato con la salvezza già ampiamente raggiunta. Se riuscissimo a centrare la qualificazione europea…sarà tutto di guadagnato. Altrimenti, resterà comunque una stagione da incorniciare”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php