Live Sicilia

fino a stasera

“Pani, amuri e timpulati”
in scena al don Bosco


Articolo letto 3.093 volte
VOTA
0/5
0 voti

carlo bellante, Catania, Rita Nicotra, teatro don bosco, Zapping
CATANIA - Sabato 2 alle 17.30 e alle 21.15 e domenica 3 marzo alle 17.30 e alle 20.45 al teatro don Bosco di viale Mario Rapisardi 56, a Catania tornerà in scena l’Associazione culturale Nuova Compagnia Odeon diretta da Rita Nicotra. Ad essere rappresentata questa volta sarà la commedia in 3 atti “Pani, amuri e timpulati” di Pietro Barbaro, con la regia di Carlo Bellante. Scopo della mise en scene? “Ancora una volta ridere e stare in allegria all’insegna della spensieratezza e di una sana voglia di vivere” – anticipa il direttore artistico del brillante gruppo teatrale etneo -. Ed ecco la trama dell’attesissima mise en scene: scorrono in maniera vivace i giorni in casa Russo. Cesare, il capofamiglia e la sorella Lucrezia, che divide assieme al vecchio padre la quotidianità della famiglia, rivendicano sacrosanti diritti e si danno da fare per soddisfare esigenze per loro vitali. La moglie Amalia non pensa neanche lontanamente a tirarsi indietro nelle frequenti e concitate (ma sempre spassose per il pubblico) discussioni coniugali in cui utilizza, prontamente ed efficacemente seguita dal buon Cesare, argomenti che vanno ben al di là delle semplici e disarmate parole: la situazione, anche per la necessità di rifornirsi di adeguate … scorte, sembra arrivare ad un punto di non ritorno e all’orizzonte si profilano, per dirimere torti e ragioni, austere aule giudiziarie, per le quali le due parti si attrezzano procurandosi illustri ed acuti Principi del Foro, incuranti delle conseguenze per gli altri familiari; tutto sembra precipitare, ma alla fine …. “Il finale è tutto da scoprire – evidenzia il regista Carlo Bellante – ma sono sicuro che alla fine il pubblico, soddisfatto, ci applaudirà”. La trama è dunque sobria e leggera, ma sempre permeata dalla costante voglia di “stare in allegria” – promette la Nicotra -. “Il fil rouge però è anche quello di affrontare temi morali significativi e consentire ai nostri spettatori di trarre la propria opinione su temi rilevanti, assistendo a spettacoli gradevoli e dimenticando, anche se solo per qualche ora, i problemi che attanagliano quotidianamente la nostra vita”.

Ad “illuminare” il palcoscenico catanese saranno Sebastiano Finocchiaro (Cesare Russo), Rita Nicotra (Amelia), Grazia Patania (Deborah), Nerina Nicotra (Lucrezia), Mario Calì (Peppe, padre di Cesare e Lucrezia), Giuseppe Caponnetto (Pino La Perla), Giancarlo Puglisi (Avv. Tino Marca), Enzo Grasso (Avv. Mimì Cavallo), Angela Ursino (Donna Santa), Claudio Jacobello (Don Carlo), Federica Scuderi (Crì Crì), Pino Battiato (Lillo) e Antonella Ferlito (portinaia).


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php