Live Sicilia

Il tecnico rossoazzurro

Maran non ci sta:
"La partita era nostra"


Articolo letto 1.289 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, inter, maran, Sport
CATANIA. Rolando Maran non lo dà forse a vedere ma la rabbia per non aver portato a casa il risultato c’è tutta e come. Ecco, il commento del tecnico rossoazzurro: 

"Abbiamo avuto ad inizio ripresa la palla del 3-0. Non meritavamo di perdere contro un'Inter che ha tirato in porta solo in occasione del primo gol. Tante situazioni ci hanno penalizzato. C’è tanta rabbia per aver gettato al vento una partita che era nelle nostre mani. Ci penalizzano gli episodi. Sul terzo gol c'era Izco a terra e Spolli è rimasto sorpreso dal movimento dell'avversario. l'Inter non ci ha mani messo sotto, anzi ho avuto l'impressione che ogni volta che ripartivano potevamo creare problemi ai nostri avversari. Tanti falli fischiati a Bergessio mi sono sembrati eccessivi.

Ripartiamo dalla consapevolezza di aver dato tutto e purtroppo di non essere riusciti a regalare questa gioia ai nostri tifosi. La nostra mentalità non cambia, così come la consapevolezza nei nostri mezzi di partita in partita. C'era una gran voglia di andare a far gol anche se oggi con un pizzico di gestione in più forse non avremmo perso. Ma non posso penalizzare questo atteggiamento della mia squadra. Se avessimo fatto il terzo gol, saremmo qui a parlare d'altro.

Questa sconfitta non dovrà influire sul nostro futuro. Indubbiamente adesso c'è grande amarezza ma dovremo velocemente girare pagina e ripartire, sin dalla prossima trasferta sul campo della Juve. Abbiamo corso di più che in altre gare ed abbiamo sicuramente fatto di più di quello che hanno fatto i nostri avversari per vincere la gara. I tifosi se ne sono accorti e li ringraziamo per il loro incitamento".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php