Live Sicilia

Grana in casa neroazzurra

Inter, lite-choc:
Strama tiene fuori Cassano


Articolo letto 1.330 volte
VOTA
0/5
0 voti

cassano, Catania, inter, serie a, Sport
MILANO. La lite Stramaccioni-Cassano, a Milano, porta addirittura in secondo piano la sfida del Massimino. Ma per i neroazzurri quella alle falde dell'Etna rischia di divenire un match decisivo. Di seguito, le principali dichiarazioni di mister Stramaccioni nella conferenza stampa di oggi.

IL CATANIA. "Maran e i suoi stanno facendo un lavoro incredibile, straordinario. E' uno scontro diretto, in casa hanno costruito dei risultati importanti battendo Lazio, Fiorentina, Roma, pareggiando col Napoli. E' un campo storicamente difficile per l'Inter e per tutti, a cui noi arriviamo mentalmente pronti sfruttando una settimana lunga".

CASSANO NON CONVOCATO. "E' una mia decisione, non è una sospensione. Quello che è successo ieri va riportato nei binari di qualcosa che può succedere, è stata soltanto una discussione. Chi ha riportato oggi non ci vuole bene, perché devono rimanere nello spogliatoio. E' stata una discussione, non c'è stato alcun contatto. Mi dà fastidio che sia stata riportata all'esterno, chi l'ha riportata non vuole bene all'Inter, perché lo spogliatoio è sacro. Posso aver fatto altri 30 mila discorsi prima di oggi. Tra l'altro Cassano nelle ultime 7 partite ha giocato tanto, non convocarlo è una mia scelta e non vorrei che diventasse la conferenza su Cassano".

ROCCHI TITOLARE. "Rocchi sarà titolare. Io non cerco alibi, anche se non c'è dubbio che è stata una stagione sfortunata, con infortuni che difficilmente capitano. Siamo però in corsa per tre obiettivi, già da domani dobbiamo far punti perché c'è tanto da giocare. E' un rischio giocare con 2 attaccanti avendone soltanto due a disposizione, soprattutto perché rischi di perdere un calciatore viste le tante competizioni. A centrocampo ho più soluzioni ".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php