Live Sicilia

la protesta degli operatori ecologici

Senza stipendio da mesi
Occupano l'aula consiliare


Articolo letto 887 volte
VOTA
0/5
0 voti

Geo Ambiente, palagonia, Valerio Marletta
PALAGONIA - Gli operatori ecologici della “Geo Ambiente”, la ditta che sui occupa della raccolta dei rifiuti a Palagonia, che da tre mesi non percepiscono lo stipendio, hanno occupato questa mattina l'aula consiliare del Palazzo di città. Protestano contro il poco chiaro e insolvente comportamento dell'azienda per la quale lavorano. “Abbiamo prestato regolarmente il nostro servizio – dicono alcuni rappresentanti – ma non abbiamo ricevuto dalla Geo Ambiente il nostro stipendio, anzi i nostri stipendi, visto che i mesi continuano a sommarsi”.

“Siamo stremati – continuano – e nonostante l'impegno dell'amministrazione comunale che ha promosso ripetuti incontri, anche in Prefettura, la situazione non sembra sbloccarsi a discapito delle nostre famiglie che non possono più tirare avanti. Resta inteso che l'occupazione di oggi è pacifica ma non siamo più disposti a mollare”.

I lavoratori hanno incontrato, in mattinata, il sindaco Valerio Marletta che ha voluto ancora una volta ribadire la vicinanza e la solidarietà dell'amministrazione alle rivendicazioni dei lavoratori. “Abbiamo più volte dimostrato di essere dalla vostra parte – dice Marletta – perché è giusto che ogni lavoratore debba essere retribuito, per questo motivo abbiamo percorso tutte le strade possibili fino ai più alti livelli istituzionali per porre fine al vostro, e permettetemi di dire, anche al nostro disagio, per pagare noi direttamente gli stipendi con le somme delle quote che dobbiamo versare alla Geo Ambiente che, come sapete, è in regime di prefallimento”.

“Se a questo si aggiunge - prosegue il primo cittadino – il blocco, da parte della magistratura, delle casse comunali, per una controversia di otre dieci anni, vi rendete conto come la situazione è precipitata e di non facile e immediata soluzione. Domani avremo l’ennesimo incontro con il magistrato titolare del procedimento di pignoramento, nella speranza di accelerare l’iter giuridico”. “Continueremo a lottare con coi e con le vostre famiglie – conclude Marletta – alle quali va la nostra totale e incondizionata solidarietà”

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php