Live Sicilia

I Commenti post-voto

Risultati elezioni 2013:
Le reazioni in città

Lunedì 25 Febbraio 2013 - 19:28
Articolo letto 2.679 volte

Primi commenti a caldo dei risultati elettorali. Soddisfatto Caudo del Megafono, doppiamente felice Mario Giarrusso, per il trionfo di Grillo nel giorno del suo compleanno. Recca si lecca le ferite. Berretta: "Grillo terzo polo".

Condividi questo articolo

VOTA
5/5
1 voto
CATANIA - Prime reazioni a caldo dei politici catanesi impegnati nelle elezioni 2013. I risultati, anche se ancora non definitivi, sono già sufficienti per cantare le prime vittorie, riflettere sulle sconfitte ma soprattutto iniziare a familiarizzare con il fenomeno Grillo che, visto da qualsiasi angolazione, rimane il vero vincitore.

21.05 - Giuseppe Berretta, candidato alla Camera per il Pd, parla di riassestamento del panorama politico. "C'è una totale ridefinizione del quadro politico e dei rapporti tra le forze - commenta. In questa nuova fase ci sono tre poli - aggiunge - e il terzo è chiaramente quello raqppresentato da Grillo. Il fatto che sia riuscito a catalizzare più di un quarto degli elettori in Sicilia è una novità rilevantissima".

20.57. Pippo De Luca sindaco uscente di Maletto ed esponente del Pdl ha così commentato: "Nonostante il forte vento di protesta che è giunto anche a Maletto, il mio piccolo paese ha risposto bene premiando il lavoro dell'Amministrazione. Il Pdl è stato il primo partito del Comune, lasciando tutti indietro, e se una parte del merito và sicuramente all'ottima campagna eletorale portata avanti da Berlusconi, una parte del successo è sicuramente dovuta ai militanti del partito locale che da soli, hanno saputo ottenere questo risultato"

20.52 - Popolo delle Libertà. "Il dato elettorale per il Pdl - commenta a LiveSiciliaCatania Salvo Pogliese, deputato regionale del partito del Cavaliere-  è eccezionale rispetto ai sondaggi di inizio gennaio, dunque bisogna dare atto a Berlusconi che è riuscito ad attuare una rimonta. Adesso, però, è difficile immaginare una legislatura che possa durare 5 anni: in Parlamento non è come alla Regione, la presenza massiccia dei grillini di fronte al voto di fiducia potrebbe - secondo il vicepresidente dell'Ars -  creare problemi.”

PD - "Era ampiamente previsto - dichiara Giovanni Barbagallo, candidato al Senato per il Partito Democratico - che, essendo in lista al sesto posto, non sarei potuto mai salire. Le nostre elezioni si sono decise già con le primarie. Come è accaduto per le europee, ho voluto contribuire - conclude - ai risultati del partito".

M5S - "Siamo particolarmente soddisfatti .- afferma a LiveSiciliaCatania il deputato regionale del Movimento 5 Stelle Francesco Cappello -  ed entusiasti del risultato raggiunto in Sicilia e nel resto d’Italia. Il Movimento 5 stelle continua ad ampliare i consensi grazie alla fiducia dei cittadini. Possiamo ben dire che con le politiche 2013 si è aperta la seconda pagina della nostra storia che ha l’obiettivo di riformulare il sistema politico dall’interno".

 

20.35. UDC - LISTA MONTI “La gente è stanca e ha protestato contro chi lo ha governato negli ultimi mesi”. E’ amaro il commento di Antonino Recca, candidato al Senato nella lista Monti. La sconfitta dell’Udc in Sicilia, secondo il rettore uscente dell’Università di Catania è da imputare “al boom di Grillo. Gli elettori – dichiara a LiveSiciliaCatania – hanno scelto il voto di protesta per dire no alla corruzione dilagante che negli ultimi anni ha investito le Istituzioni, le cariche dello Stato e in generale la politica. Stiamo attraversando una situazione difficilissima – conclude Recca – dopo il voto sarà necessario sedersi attorno a un tavolo e fare un esame di coscienza per far si che i cittadini tornino a avere fiducia nella politica. Solo così per il Paese si potrà avviare una percorso di rilancio”.

20.20 - Per il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, il risultato raggiunto dal partito di Ignazio La Russa è abbastanza soddisfacente. "Ancora i dati non sono certi - afferma il primo cittadino - ma, per il momento, posso dire che sono soddisfatto. Innegabile il peso del voto di protesta - prosegue - che mostra come la gente sia profindamente nauseata come è innegabile che la politica ne debba prendere atto. Ma, per quanto riguarda Fratelli d'Italia, considerando il crollo dei partiti tradizionali, il risultato può considerarsi buono, a dimostrazione che esiste ancora uno zoccolo duro a destra".

20.00 - Fare per Fermare il declino ha fondamentalmente perso le elezioni. A LivesiciliaCatania parla Carlo Cocina, candidato alla camera dei deputati. "Il nostro risultato è al di sotto delle più rosee aspettative - spiega - siamo una forza giovane, che peraltro è nata a due velocità, in alcune regioni prima ed in altre come in Siclia solo da soli 5 mesi". E, riferito .al Movimento 5 Stelle, aggiunge: ben vengano queste forze di rinnovamento, specie con il risultato siciliano, ulteriore conferma dopo le regionali del sintomo di un cambiamento dei tempi e di un risveglio delle coscienze".

19.00 - Il Megafono. Tra i primi a commentare a LivesiciliaCatania i dati siciliani che danno il centro destra vincente al Senato, Giuseppe Caudo,  coordinatore provinciale del Megafono, secondo cui quello ottenuto dalla lista collegata al Movimento del presidente Crocetta è un "buon risultato". "Il Megafono, nella provincia di Catania, cresce di 2-3 punti - spiega. Siamo l'unicaforza medio - piccola a livello nazionale che manderà deputati a Roma dalla Sicilia". Caudo commenta anche il risultato del Movimento 5 Stelle, secondo partito in Sicilia per quanto riguarda il senato. "Il risultato di Grillo - aggiunge Caudo - è probabile che farà perdere le elezioni in Sicilia al centrosinistra".

Movimento 5 Stelle.  "Alleati con tutti tranne che con la Mafia" - invece commenta Mario Giarrusso, secondo in lista del Movimento 5 Stelle al Senato nel collegio siciliano e quindi sicuro inquilino di Palazzo Madama. L'entusiasmo è alle nella sezione di via Ipogeo, a pochi metri dal Carcere di piazza Lanza. Il clima è quello di una vera e propria festa. Il prosecco non manca e neanche la tavola calda. La coincidenza ha voluto che il compleanno del prossimo senatore Giarrusso avvenisse prorpio oggi. L' augurio è uno solo: "Ora vogliamo conquistare.Palazzo degli Elefanti"

 
Ultima modifica: 26 Febbraio 2013 ore 09:31
/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php

Segnala il commento