Live Sicilia

Dopo il rosso di Parma

Infinito Legrottaglie:
"Chiedo scusa, ho sbagliato"


Articolo letto 1.771 volte
VOTA
5/5
1 voto

calcio, Catania, legrottaglie, parma, Sport
CATANIA. L'uomo, non solo il calciatore, si vede anche in queste circostanze. Capendo bene quando è il momento di fare mea culpa. Chiede scusa Nicola Legrottaglie all'indomani di quel rosso che gli farà saltare la sfida interna contro l'Inter. Aveva tutte le ragioni di protestare per quella trattenuta plateale dell'ex compagno di squadra Amauri che ha portato i ducali ad accorciare le distanze. Ma l'ira del Nicola rossoazzurro è stata sin troppo nervosa. ed irruente. Ma il plauso a Legrottaglie va per non  essere diventato in un sol colpo presentuoso. Ecco le sue parole: "Ho sbagliato e chiedo scusa a tutti: al direttore di gara e ai suoi collaboratori, per l'insistenza delle proteste che nascevano dalla profonda convinzione di aver subito una scorrettezza".

Ed ancora: "Tutto questo però - aggiunge il calciatore che era stato, come detto,  vistosamente trattenuto in area da Amauri che ha poi segnato - non è una valida giustificazione. Per questo chiedo scusa anche alla squadra, al mister e a tutto il gruppo di lavoro e alla società per aver rimesso in discussione una vittoria ampiamente meritata, lasciando il Catania in inferiorità numerica. Chiedo infine scusa al pubblico - conclude Legrottaglie - perché sono altri i messaggi che cerco di diffondere, in particolare sul piano del rispetto, delle regole, delle persone, della sportività e della compostezza".

Infinito Legrottaglie: come calciatore e come uomo.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php