Live Sicilia

L'opinione dell'esperto

Attività eruttiva, Behncke:
"Fenomeni tipici dell'Etna"


Articolo letto 1.455 volte
VOTA
3.7/5
3 voti

Boris Behncke, Catania, eruzione, etna, Cronaca
CATANIA - Sono spettacolari ma non destano particolari preoccupazioni tra i vulcanologi. Gli ultimi fenomeni eruttivi dell'Etna non rappresentano una novità, anche se, come spiega a Livesicilia Catania il vulcanologo dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Boris Behncke, fenomeni simili non si vedevano da anni.

"Stiamo assistendo ad una fase di attività sommitale assai intensa, che in questa maniera non abbiamo visto da molti anni, l'ultima volta nel 2000; a parte questo, si tratta ormai della tipologia eruttiva più caratteristica dell'Etna, le fontane di lava. Prima degli anni 60 erano molto meno frequenti, c'erano uno, due episodi parossistici al decennio; invece alla fine degli anni 70 sono incominciate, al Cratere di Nord-Est, queste sequenze con tanti episodi di fontane di lava (20 eventi fra luglio 1977 e marzo 1978). Il resto è storia. E' entrato in scena il Cratere di Sud-Est, che è diventato il maestro dei parossismi: solo nell'intervallo fra 1998 e 2001 ne ha fatto 105. Quindi, ciò che sta succedendo adesso non è niente di nuovo. Quel che è nuovo che ora c'è molta più gente che pone attenzione a questi fenomeni e, fortunatamente, li documenta in foto e video da tanti diversi punti di vista, cosa che ci permette di avere le idee molto più complete su questi eventi".

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php