Live Sicilia

QUORUM NON RAGGIUNTO

Elezione Rettore
Si torna alle urne giovedì


Articolo letto 4.100 volte
VOTA
5/5
2 voti

Catania, rettore, università, Politica

File ai seggi (Foto Benedetto Rizzo)



CATANIA. Tutto da rifare. Si è chiuso ieri alle 19 il primo giorno di votazioni per l’elezione del nuovo rettore dell’Università di Catania per il sessennio 2013/2019, ma non è stato raggiunto il quorum sufficiente: 847 voti necessari per la vittoria al primo turno, ossia la maggioranza assoluta prevista dal regolamento per le prime tre tornate. Si torna a votare giovedì 28 febbraio.

Il docente di Economia Giacomo Pignataro ha ottenuto 745 preferenze, l'ex preside di Scienze politiche Giuseppe Vecchio 661, l'ex preside di Lettere Enrico Iachello 108. Il docente di Biochimica Vittorio Calabrese (che però aveva dato indicazioni di voto a favore di Vecchio) ha ottenuto lo stesso 2 preferenze. 25 sono state le schede bianche, 15 le nulle.

Questo l’esito definitivo dello spoglio delle schede dei 1433 fra docenti e studenti e dei 1093 dipendenti del personale tecnico-amministrativo che ieri si sono recati alle urne per eleggere il rettore dell'Università di Catania per il sessennio 2013-2019.

La prossima tornata di votazioni, per la quale è sempre necessaria la maggioranza assoluta sugli aventi diritto al voto, è fissata per giovedì prossimo, sempre dalle 9 alle 19.

21.15 Giacomo Pignataro 668 preferenze, Giuseppe Vecchio 624, Enrico Iachello 102, Vittorio Calabrese (che però aveva dato indicazioni di voto a favore di Vecchio) 2 preferenze. 24 sono state le schede bianche, 13 le nulle.

Questo l’esito dello scrutinio delle schede dei 1433 fra docenti e studenti che si sono recati alle urne nella giornata di oggi per l’elezione del rettore. Nessuno dei candidati ha quindi raggiunto gli 847 voti necessari per la vittoria al primo turno (50%+1).

Rimangono, al momento (ore 21,15), da scrutinare i voti espressi dal personale tecnico amministrativo che però – essendo attribuiti nella proporzione del 10% del numero dei docenti aventi diritto al voto – varrebbero come 125 preferenze, non sufficienti perciò a far raggiungere il quorum ad alcun candidato.

La prossima tornata di votazioni, per la quale è sempre necessaria la maggioranza assoluta sugli aventi diritto al voto, è fissata per giovedì prossimo, 28 febbraio, dalle 9 alle 19.

 

19.30. Iniziato lo scrutinio: La diretta su http://www2.unict.it/elezioni/

Alle 19, ora di chiusra dei seggi, l’affluenza è stata del 92,51% per quanto riguarda i docenti e gli studenti aventi diritto (1433 votanti su 1549: 1437 docenti e 112 studenti) e del 86,95% per quanto riguarda il personale tecnico amministrativo (1093 su 1257 aventi diritto). I voti espressi dal personale tecnico amministrativo vengono attribuiti nella proporzione del 10% del numero dei docenti aventi diritto al voto (alla chiusura delle urne i voti effettivi del personale tecnico amministrativo sono quindi 125).

Alle 16 l’affluenza ai seggi è stata del 84,18% per quanto riguarda i docenti e gli studenti aventi diritto (1304 votanti su 1549: 1437 docenti e 112 studenti) e del 78,28% per quanto riguarda il personale tecnico amministrativo (984 su 1257 aventi diritto).

Alle 13 l’affluenza ai seggi è stata del 55,97% per quanto riguarda i docenti e gli studenti aventi diritto (867 votanti su 1549: 1437 docenti e 112 studenti) e del 47,33% per quanto riguarda il personale tecnico amministrativo (595 su 1257 aventi diritto). Per votare c’è tempo fino alle 19.

Affinché il nuovo rettore sia eletto già in questo primo turno, è necessario che uno dei quattro candidati (Vittorio Calabrese, Enrico Iachello, Giacomo Pignataro e Giuseppe Vecchio), raggiunga almeno 847 preferenze, tenendo conto che i voti espressi dal personale tecnico amministrativo vengono attribuiti nella proporzione del 10% del numero dei docenti aventi diritto al voto (al momento, infatti, i voti effettivi del personale tecnico amministrativo sono quindi 68).


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php