Un centro storico catanese totalmente blindato (manco si fosse in attesa del G8) accoglie il presidente del Consiglio. Dal pulpito del teatro Sangiorgi poche novità e due affondi. A Silvio Berlusconi ed al Pd. Poi parla di Catania: "Mi batterò per lo scalo di Fontanarossa e per l'EtnaValley". Prima di sbilanciarsi in un maccheronico dialetto siciliano.