Live Sicilia

la replica a Tassone

Cirolli risponde ai ribelli Udc
“Si chiariscano le idee”


Articolo letto 2.280 volte

Catania, Filippo Cirolli, pierferdinando casini, udc, Politica
CATANIA - "Non dialoghiamo con chi ha lasciato l'Udc per puro calcolo personale". Risponde così ai ribelli dell’Unione di Centro, il commissario nominato a Catania, Filippo Cirolli, e in particolare a Mario Tassone che oggi a Catania ha riunito i suo fedelissimi, gettando benzina sul fuoco della protesta dei centristi delusi. “A questi signori dico che quello che hanno fatto non ha senso – spiega Cirolli a LivesiciliaCatania -: non credo infatti che abbia particolare significati l’aver annunciato la sospensione dal partito già da tempo e continuare lo stesso in queste sterili polemiche da cortile”.

Non si spiega il perché di questo atteggiamento, il commissario provinciale dell’Udc, che affonda il colpo: “L'Udc nel Paese e in Sicilia ha avviato un rigoroso rinnovamento della propria classe dirigente ed è impegnata a dare risposte serie ai problemi concreti dei cittadini - sottolinea – non abbiamo quindi tempo di rispondere a ogni nota che ci comunica l’abbandono o la sospensione di questo o di quell’esponente centrista”.

Ma non si ferma qui Cirolli e, nell’augurare comunque buon lavoro a “questi signori”, tira l’ultima frecciatina. “Si chiariscano le idee una volta per tutte – conclude – ed evitino gli errori banali: la richiesta di dimissioni a Casini è infatti priva di fondamento, dal momento che, non ricoprendo alcun ruolo a livello nazionale, non può dimettersi”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php